| categoria: primo piano

Renzi, è fatta, parte il governo delle sorprese


Quasi tre ore di colloquio con il presidente Napolitano al Quirinale, a testimonianza di un parto laborioso e sofferto. Adesso il governo, c’è, Renzi ha sciolto la riserva e domani mattina giurerà al Colle. Emozionatissmo e quasi afono il premier ha letto la lista, fuori la Bonino, dentro Alfano, Lupi e Lorenzin, e come previsto dentro al Tesoro l’economista Padoan. Ancora, la Madia e la Boschi e tanti nomi nuovi, completamente sconosciuti al pubblico italiano e in parte anche ai giornalisti. Sedici ministri e otto donne.«Perchè credere in questo Governo? Perchè l’Italia non ha alternative», ha detto Matteo Renzi, che ha aggiunto: se uno come me, sotto i 40 , fa il presidente del Consiglio, questo è un segnale per tutti i giovani italiani che hanno dubbi sul fatto che ce la si possa fare.
Questo l’elenco dei ministri:
Sottosegretario: Graziano Delrio sottosegretario

Ministeri con portafoglio:
Esteri: Federica Mogherini
Interno: Angelino Alfano
Giustizia: Andrea Orlando
Difesa: Roberta Pinotti
Economia: Pier Carlo Padoan
Sviluppo Economico: Federica Guidi
Politiche Agricole: Maurizio Martina
Ambiente: Gianluca Galletti
Infrastrutture e trasporti: Maurizio Lupi
Lavoro e politiche sociali: Giuliano Poletti
Istruzione: Stefania Giannini
Cultura: Dario Franceschini
Salute: Beatrice Lorenzin

Ministeri senza portafoglio:
Riforme e Rapporti con Parlamento: Maria Elena Boschi
Semplificazione e Pa: Marianna Madia
Affari Regionali: Maria Carmela Lanzetta

Ti potrebbero interessare anche:

Letta vede il traguardo e i ministri (polemiche a parte) saranno una sorpresa
La Gran Bretagna ridà fiducia a Cameron, boom degli scozzesi
Legge di Stabilità, Renzi sfida l'Ue: "Se la bocciano la ripresentiamo"
Guerriglia razziale a Dallas. Morti 5 agenti, 6 feriti. Presi i killer
Siria, domenica scatta il cessate il fuoco: primo accordo Putin-Trump
Legittima difesa, 373 sì alla Camera: fronda M5S



wordpress stat