| categoria: Dall'interno

Lettera minacce No Tav a Ltf, cortei in 40 città

No Tav, scritte davanti a giornali pro corteo a Milano

Una lettera di minacce scritta al pc è stata recapitata nella sede di Ltf, società responsabile della tratta internazionale della Tav Torino-Lione, nel giorno della mobilitazione nazionale che vedrà cortei contro l’opera in 40 città. “Infami – si legge – spenderete i soldi per cure chemioterapiche inutilmente per voi e i vostri figli”. Seguono altre minacce e firma No Tav. E’ una busta affrancata spedita da Brescia. Gli autori della lettera minatoria si riferiscono al risarcimento in favore di Ltf per l’invasione di terreni in Valle di Susa. I soldi a cui si riferiscono gli autori della lettera minatoria sono i 220 mila euro del risarcimento in favore di Ltf inflitto ad Alberto Perino, leader del movimento No Tav, Loredana Bellone, sindaco di San Didero, e Giorgio Vair, vicesindaco di Villar Focchiardo, per l’invasione di terreni nel corso dei carotaggi propedeutici alla costruzione dell’opera, nel 2010 a Susa. A Chiomonte, in Val di Susa, il leader carismatico del movimento No Tav Alberto Perino ha scandito che “il movimento No Tav ha da tempo un suo slogan: non ci sono governi amici”. Ma ha anche definito “deliranti” i comunicati firmati Noa di questi ultimi giorni, sottolineando che “la nostra è una lotta di popolo, non violenta, che si impegna a non fare del male a nessun essere vivente”.

Ti potrebbero interessare anche:

Pedofilia, arrestato catechista a Palermo "fatti noti, ma non estromesso"
Maestra uccisa nel Veronese dall'ex convivente
Terracina choc, cade aereo durante show delle Frecce Tricolori. Disperso il pilota
Brescia, arrestato per rapina il figlio del Procuratore capo: assalto con il mitra a un supermarket
Migranti, speculazione sull’accoglienza. Nuovo scandalo tocca il Friuli
Tragica domenica sulle strade, sei morti e 11 feriti



wordpress stat