| categoria: sport

CALCIO/Livorno-Verona finisce 2-3

Prima della partita contro il Verona c’è stata qualche scaramuccia fra i tifosi del Livorno e la polizia. Un paio di ore prima del match i primi disordini all’esterno dello stadio Picchi. Ci sono stati anche lanci di bombe carta e bulloni da parte di alcuni tifosi amaranto contro i reparti mobili della polizia schierati che sono dovuti intervenire per far cessare l’azione degli ultras. La polizia e’ avanzata per far disperdere il gruppo di tifosi dopo che il lancio di oggetti ha mandato in frantumi il finestrino di una auto privata parcheggiata in una via laterale dello stadio. La polizia durante l’azione di alleggerimento ha sequestrato alcune mazze, sacchetti di bulloni e fionde che i supporter hanno abbandonato per la strada. I giocatori del Livorno sono entrati in campo con una maglietta bianca che recava sopra la scritta ‘forza Capitano’ per rendere omaggio ad Andrea Luci che domenica scorsa a Cagliari si è infortunato gravemente riportando la lesione del crociato del ginocchio destro. Per lui la stagione è finita. Al momento dell’ingresso delle due squadre, tutti i giocatori amaranto hanno sventolato la t-shirt bianca mostrandola ai tifosi e raccogliendo un lungo applauso da tutto lo stadio. Insulti e sfottò insistenti, per lo più a sfondo politico, tra le tifoserie di Livorno e Verona, nella prima parte del primo tempo. I livornesi hanno anche inneggiato per qualche istante alle foibe. Alta tensione, invece, fuori dallo stadio, con ripetuti interventi delle forze dell’ordine, per evitare che le tifoserie avessero contatti. La gran parte degli ultrà veneti, circa 800, sono entrati nel settore a loro riservato soltanto a partita iniziata. Scontri all’esterno dell’impianto si sono verificati tra alcuni gruppi di tifosi toscani, che cercavano di intercettare i rivali, e la polizia. Al momento all’interno dello stadio ‘Picchi’ la situazione è di relativa tranquillità.

Ti potrebbero interessare anche:

La Lazio ne fa sei al Bologna, il Genoa quattro al Pescara
Minacce e insulti, la curva sud contesta il Milan
COPPA AMERICA/ Cile-Argentina, 4-2 ai rigori
Lazio ko con il Vicenza. La caviglia di Morrison tiene in ansia Pioli: supercoppa a rischio
La Lazio non dà scampo all'Udinese ed è terza
Coronavirus, Uefa: "Coppe europee a luglio e agosto"



wordpress stat