| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

Più controlli sui ricoveri, la Regione Lazio assume trenta medici ispettori

«La Regione Lazio potenzia la struttura di controllo sulle attività ospedaliera ed ambulatoriale. Con la delibera approvata nell’ultima riunione di giunta, l’esecutivo guidato da Nicola Zingaretti ha deciso l’assunzione di 30 ispettori medici destinati a esaminare dettagliatamente le cartelle cliniche dei ricoveri e delle prestazioni degli ospedali pubblici e privati, convenzionati con il sistema sanitario regionale come pure presso le strutture della specialistica ambulatoriale, per verificarne la regolarità». È quanto si legge in una nota della Regione Lazio. «La decisione – prosegue la nota – concretizza l’impegno assunto dal presidente Zingaretti in occasione della internalizzazione dell’Agenzia di sanità pubblica di aumentare i controlli sull’attività degli ospedali in modo da prevenire fenomeni distorsivi nella compilazione delle cartelle cliniche per ottenere rimborsi maggiorati o mettere in atto vere e proprie truffe come avvenuto negli anni scorsi».«La Regione non ha mai avuto un gruppo di controllori cosi alto – sottolinea la Regione Lazio – A questo drappello di ispettori supervisori della sanità regionale spetterà il compito di portare a termine ogni anno i controlli sul 12.5 % delle prestazioni erogate dalle singole strutture in particolare presso gli ospedali accreditati, le case di cura, i policlinici universitari privati e gli Ircss». «Significa esaminare da 100mila a 150mila cartelle cliniche di ricoveri visto che ogni anno dagli ospedali del Lazio viene dimesso circa un milione di pazienti – ha concluso – In caso verifichino incongruenze, i medici ispettori sono autorizzati ad ampliare i controlli».

Ti potrebbero interessare anche:

Spending review al Ministero: spese tagliate del 30%, cancellati 22 organismi
Operativo fino al 15 settembre il piano anticaldo
CIVITAVECCHIA/ Si dimettono 18 consiglieri: decade il sindaco Tidei
Golino-Scamarcio al capolinea? Tutto falso
Di Maio-Renzi, sfida tv accettata. Sulla Rai o a La7?
Al San Camillo arriva il ‘Percorso Polmone’



wordpress stat