| categoria: In breve, Senza categoria

Milano, tassista in coma dopo un litigio per viabilità

Un tassista è rimasto ferito gravemente alla testa – è in coma e ora è sottoposto a un delicato intervento chirurgico – per le conseguenze di una lite scoppiata, questa sera, pare per banali motivi viabilità a Milano. L’episodio è avvenuto in via Gian Battista Morgagni. In base a una prima ricostruzione il tassista è stato colpito da una pesante confezione di bottiglie, lanciata sembra da un pedone, ed ha sbattuto il volto per terra. È stato trasportato all’ospedale Niguarda. Il 118 ha spiegato che la richiesta di soccorso è partita dopo le 20.30: il tassista, 68 anni, è stato immediatamente intubato e trasportato in ‘codice rossò al nosocomio prima in Rianimazione e poi subito portato in camera operatoria per un intervento neurologico. Sempre secondo le prime notizie, alcuni testimoni hanno parlato di una violenta ma breve litigata fra il tassista e un pedone. Quest’ultimo avrebbe scagliato un pacco di bottiglie o un altro oggetto pesante, che stava trasportando a mano o che ha preso da un’altra parte (forse la sua macchina verso la quale stava andando) verso il guidatore che è caduto battendo la testa su un’automobile o per terra. Molti particolari della vicenda, comunque, non sono ancora chiari. Nella confusione successiva – via Morgagni è in zona 3, un quartiere semi-centrale a due corsie di direzione opposta divise da un ampio giardino con piste e campi da gioco per bambini – l’uomo si è allontanato ed ora la polizia, che potrebbe già averlo identificato, lo sta cercando

Ti potrebbero interessare anche:

Roma, la prima festa di quartiere nel Municipio XIV
Sigarette elettronica, il Tar blocca l'imposta del 58%
UCRAINA/ Vacilla la tregua, 5 morti, coprifuoco a Slaviansk
ROMA/ Marino, trappole contro le bande di writers
Berlusconi chiama Ancelotti: Carletto torna al Milan?
In Italia 235mila alunni con disabilità ma ancora barriere



wordpress stat