| categoria: politica

De Magistris, 1,5 miliardi di debito e niente “Salva Napoli”

Napoli - Il sindaco Luigi De Magistris in polemica con il Salva Roma

Sul Salva Roma, il sindaco Partenopeo fa notare che la capitale beneficia per la seconda volta di una legge speciale per colmare il disavanzo

«Da due anni e mezzo amministro una città che ho trovato con un miliardo e mezzo di debito e 850 milioni di disavanzo: ci troviamo questo debito e non abbiamo avuto, ovviamente, il “Salva Napoli”». Così, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha risposto su Sky Tg 24 pomeriggio a Paola Saluzzi che gli ha chiesto un commento sul cosiddetto decreto «Salva Roma» che oggi ha ricevuto il via libera del Consiglio dei Ministri.

Il sindaco di Napoli ha anche sottolineato che, per la Capitale, «è la seconda legge speciale, dopo quella per Alemanno». In quell’occasione, ha ricordato de Magistris, «ci furono anche molti soldi. Adesso c’è uno stralcio del debito». de Magistris ha auspicato un comportamento del Governo analogo a quello avuto per la capitale anche per tutte le altre amministrazioni in difficoltà: «Comuni che si trovano in una situazione di difficoltà che hanno ereditato dal passato. Però finanziamenti ad altri Comuni credo non siano arrivati da questo decreto che, però, io non ho ancora letto perchè approvato da poco».

Ti potrebbero interessare anche:

Proposta su fisco giusto, 8 fasce Irpef e sconti fiscali
Visco, subito riforme. La ripresa c'è ma la transizione è lunga
A terra il nuovo A340, Renzi in Sudamerica con il vecchio 319
M5S/ Malumori degli eletti su Di Maio, chi entra Papa...
Referendum sul Jobs act: la Consulta decide sull'ammissibilità l'11 gennaio
Terremoto, Errani lascia l’incarico di commissario per la ricostruzione



wordpress stat