| categoria: esteri

A New York chiude Pastis, ma è un arrivederci con incognite

Un arrivederci, ma con molte incognite: Pastis, il ristorante-icona del Meatpacking District, a New York, chiude i battenti per un periodo di tempo imprecisato. Il bistrot aperto nel 1999 da Keith McNally è amatissimo da turisti e newyorkesi, pronti a file interminabili per quell’angolo di Provenza nel cuore pulsante di Manhattan. E negli anni è diventato un punto di ritrovo delle celebrità, dalla direttrice di Vogue America Anna Wintour, alla giornalista Martha Stewart, dalla Carrie Bradshaw di Sex & the City, Sarah Jessica Parker, all’attrice Liv Tyler. «Quando Pastis ha aperto, era come se Parigi fosse finalmente arrivata a New York», spiega Martha Stewart al New York Post. «Lì ho avuto un lungo pranzo con Linda Evangelista nel 2002», aggiunge invece il presidente di Estee Lauder, John Demsey. «A quel tempo non si sarebbe alzata dal letto per meno di diecimila dollari, e invece lo ha fatto per un piatto di patatine fritte di Pastis», continua. Mentre c’è chi ricorda di quella volta in cui Cindy Lauper iniziò a ballare in mezzo al ristorante, seguita a ruota da tutti gli amici che erano con lei. La stilista Donna Karan invece, nel 2004 scelse la brasserie del Meatpacking per mostrare la sua collezione primavera-estate. «Dkny ha sempre voluto catturare il cuore e l’anima della City, e cosa c’è di più newyorkese di un brunch da Pastis?», racconta la stilista. L’edificio che ospita Pastis è stato acquistato per uso commerciale e verrà demolito: McNally ha promesso che ricreerà il locale nello stesso posto non appena i lavori saranno terminati, ma si parla di almeno 18 mesi. Nonostante le smentite del proprietario, c’è chi è convinto che il ristorante potrebbe chiudere per sempre. E in ogni caso, sono in molti a domandarsi se McNally riuscirà a mantenere la stessa atmosfera di un locale che con i suoi arredi anni Trenta, il lungo bancone e gli enormi specchi è diventato uno dei luoghi iconici della Grande Mela. Fino a pochi giorni fa erano in diversi a non voler credere alla notizia, ma le parole di uno dei dipendenti al telefono non lasciano spazio a dubbi: questa sera verranno servite le ultime bistecche, hamburger e patatine, poi Pastis, almeno per ora, chiuderà i battenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Somalia, attentato fallito al premier, l'Italia segue con preoccupazione
Snowden: il giallo dell'asilo in Venezuela
Aereo algerino si schianta in Niger a bordo in 116. Attentato?
Trump: "La Ue è nostro nemico. In parte anche Russia e Cina".
REBUS RIMPASTO E PROTESTE DI PIAZZA, I GUAI DI MACRON
USA: IN ATTESA DEL BOIA CHIEDE LA CITTADINANZA ITALIANA



wordpress stat