| categoria: primo piano

Bruxelles avverte l’Italia ‘Squilibri sono eccessivi’

L’Italia ha “squilibri macroeconomici eccessivi” che richiedono uno “speciale monitoraggio” da parte dell’Ue che farà rapporto all’Eurogruppo sulle riforme italiane e a giugno “deciderà ulteriori passi”: lo scrive la Commissione Ue. Tra gli squilibri: debito alto, scarsa competitività, aggiustamento strutturale insufficiente.Nella sua analisi approfondita degli squilibri macroeconomici effettuata su 17 Paesi, la Commissione Ue mette l’Italia assieme a Croazia e Slovenia nel gruppo di Paesi dove gli squilibri sono considerati “eccessivi”. Tutti gli altri sono nel gruppo dove gli squilibri ci sono, ma non sono considerati gravi. “L’Italia deve affrontare il livello molto alto del debito e la debole competitività esterna, entrambi radicati nella protratta lenta crescita della produttività e richiedono politiche urgenti”, scrive la Commissione secondo cui “la necessità di azione decisiva per ridurre il rischio di effetti avversi sul funzionamento dell’economia italiana e della zona euro è particolarmente importante data la dimensione dell’economia italiana”. In particolare, prosegue l’analisi, “il debito elevato mette un grande peso sull’economia, in particolare nel contesto di cronica crescita debole e inflazione sommessa”.

Resta inoltre “una sfida raggiungere e mantenere un avanzo primario molto alto – sopra la media storica – e una robusta crescita del pil per un periodo prolungato, entrambi però necessari a mettere il debito su un percorso discendente”. “Nel 2013 – conclude la Commissione – l’Italia ha fatto progressi verso il raggiungimento dell’obiettivo di medio termine (MTO), ma ciononostante l’aggiustamento strutturale per il 2014 appare insufficiente vista la necessità di ridurre il debito ad un passo adeguato”. Dati tali squilibri, “la Commissione compirà un monitoraggio specifico delle politiche raccomandate all’Italia dal Consiglio nell’ambito del Semestre europeo (l’esercizio di controllo dei bilanci nato dal rafforzamento della governance della zona euro, ndr), e farà regolari rapporti all’Eurogruppo e al Consiglio.

Rehn a Italia, urgenti riforme crescita-occupazione – “Invitiamo il nuovo Governo ad affrontare gli squilibri che richiedono urgenti politiche e a fare le riforme per rafforzare crescita e occupazione”: lo ha detto il commissario agli affari economici Olli Rehn parlando degli squilibri macroeconomici dell’Italia.

Ti potrebbero interessare anche:

Inferno di fuoco su Gaza. Colpito un ospedale, almeno 4 morti
Raggi:"Abbiamo sbagliato, ci siamo fidati, sostituiremo subito Marra"
La prima di Trump all'Onu, se Nord Corea attacca dovremo distruggere
Attacco al petrolio dell'Arabia Saudita
Il virus in Cina, si raddoppiano le infezioni
Scuola, Ricciardi: "Dobbiamo riaprirla ma con protocolli rigorosi"



wordpress stat