| categoria: esteri

NEW YORK/Il sindaco De Blasio piace, ma i sondaggi lo bocciano

Il sindaco di New York, Bill De Blasio

A due mesi dal suo insediamento arrivano i primi voti per il sindaco di New York. Secondo un sondaggio di Wall Street Journal ed Nbc, Bill de Blasio persona batte Bill de Blasio sindaco. I risultati equivalgono ad una bocciatura a livello professionale, perchè solo il 39% degli intervistati ha approvato il lavoro del primo cittadino, mentre il 54% ha giudicato la sua ‘performancè appena sufficiente o mediocre. Bella batosta se si considera che durante lo stesso lasso di tempo, dopo la sua elezione nel 2002, Michael Bloomberg aveva il 50%. Come attenuanti ci sarebbero le tempeste di neve a catena che si sono abbattute su New York in questo lungo inverno, causando non pochi disagi. Tuttavia anche su questo fronte de Blasio ha messo un piede in fallo, decidendo di tenere le scuole aperte durante una delle ultime tempeste quando invece tutti gli altri Stati vittime del maltempo avevano deciso il contrario in maniera precauzionale. D’altronde sembra che de Blasio sia vittima della sua immagine un pò come Barack Obama. Lo scorso gennaio, la stessa sorte era infatti toccata al presidente quando i risultati di un’indagine avevano sentenziato che il commander in chief è più bello che bravo. Per la maggioranza degli americani è, quindi, effettivamente un bell’uomo, invece così così come presidente. I progressisti di New York hanno poco di che gioire e anche se è ancora presto per tirare le somme può essere che comincino a dubitare delle potenzialità del sindaco di mantenere fede alle promesse fatte durante la sua campagna elettorale e che hanno contribuito alla sua schiacciante vittoria sull’avversario repubblicano Joseph Lhota. Che si allontani il sogno delle disuguaglianze che dividono New York, con la riunificazione della ‘storia delle due citta«, quella ricca e quella povera, con la ricetta che vuole più tasse per chi guadagna oltre mezzo milione di dollari all’anno, in modo da incassare i soldi per investire soprattutto nell’istruzione. Più edilizia popolare o abbordabile, al fianco di quella di lusso. Meno discriminazioni contro le minoranze, in particolare da parte delle forze dell’ordine. de Blasio è il primo sindaco democratico ad essere eletto dopo 20 anni. Due decenni che hanno visto prima al potere prima il repubblicano Rudy Giuliani e poi dell’indipendente Michael Bloomberg e sotto la cui gestione la criminalità è scesa sorprendentemente ma che tuttavia ha allargato le distanze tra i pochi privilegiati che vivono in condizioni di grande benessere e il resto dei cittadini che invece sopravvivono al punto da spingere l’elettorato verso un cambiamento drastico.

Ti potrebbero interessare anche:

Tunisia, tensione alle stelle e governo nell'impasse
DOPO CHAVEZ/ Maduro in campo, Capriles iscritto in zona Cesarini
COREA DEL NORD/ Fuggito da uno dei gulag di Kim Jong-un, racconta: 'Trattati peggio degli animali'
Obama, gli Usa non torneranno a combattere in Iraq
Nucleare Iran, Kerry: accordo possibile in settimana se Teheran farà "scelte difficili"
LIBIA:SARRAJ,NIENTE CESSATE IL FUOCO,HAFTAR SI RITIRI



wordpress stat