| categoria: politica

GOVERNO/ Confcommercio: ‘Direzione giusta: bene le prime misure, ma valuteremo i risultati’

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio

«È innegabile che, sia le prime misure varate dal Consiglio dei ministri, che quelle annunciate in un orizzonte più ampio, vanno nella giusta direzione. Occorre però valutare attentamente il percorso complessivo a medio termine circa i risultati che queste misure possono effettivamente dispiegare sull’economia reale».Questo il commento di Confcommercio ai provvedimenti varati ieri dal Consiglio dei Ministri. «Nel merito delle misure – prosegue la nota pubblicata sul sito dell’associazione – Confcommercio ritiene che il sostegno alle famiglie con i redditi più bassi, che hanno patito da lungo tempo la morsa dell’aumento delle tasse e del calo dei redditi tornati ai livelli del 1986, è un primo aiuto concreto. Ma rimane tuttavia un errore da correggere quanto prima quello di aver escluso dai benefici sull’Irpef i lavoratori indipendenti e autonomi, che in questi anni hanno sofferto della crisi nella stessa misura delle famiglie. Quanto agli altri provvedimenti annunciati, si è finalmente intervenuti per semplificare la burocrazia sulla gestione dei rapporti di lavoro e facilitare strumenti, come l’apprendistato e i contratti a termine, che rispondono alle esigenze di gestione delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti; ma sulla riduzione delle tasse per le imprese (Irap) non è stato individuato il percorso auspicato da Confcommercio, quello cioè di innalzare la quota esente a favore delle imprese dei servizi e del terziario di mercato; sulla semplificazione e i pagamenti della P.a. bisogna verificare se, oltre alla reale disponibilità delle risorse, esista in concreto l’effettiva possibilità da parte delle imprese di recuperare tutti i crediti vantati attraverso un meccanismo semplice e immediato che Confcommercio ritiene debba avvenire attraverso la compensazione secca debiti-crediti. Perchè rimane indubbio che il meccanismo di riscossione è ancora oggi un vero e proprio percorso a ostacoli».

Ti potrebbero interessare anche:

SCHEDA/ Eccezione al voto segreto, i casi Andreotti e Lusi
Fitto, vado a Strasburgo e mi dimetto da deputato
EDITORIA/ Sel, azzerrati i fondi: a rischio centinaia di testate?
Quirinale, da martedì consultazioni in casa Pd
Pd, 405mila iscritti. Orfini annuncia provvedimenti su tesseramenti anomali
Cantone: 'Continuerò a fare Anticorruzione. Mandato scade nel 2020'



wordpress stat