| categoria: Roma e Lazio

Rolling Stones al Circo Massimo? No dalla Soprintendenza

Alla prossima conferenza dei servizi sul maxi evento dei Rolling Stones al Circo Massimo la soprintendenza archeologica di Roma ribadirà il suo no. E chiederà prescrizioni severissime per proteggere le preesistenze archeologiche di Circo Massimo e Palatino. Perchè il no della soprintendente per i beni archeologici di Roma Mariarosaria Barbera, stando al contenuto del parere, è netto e inequivocabile anche se ha riconosciuto «l’unicità dell’evento». Il parere negativo, datato 5 marzo, è stato dato considerando l’ingombro di palco e di attrezzature come 37 gazebo, 4 torri alte 16 metri «oltre a un certo numero di automezzi e container a servizio dell’impiantistica, nonchè attrezzature igieniche». Considerato l’afflusso stimato sulle 65.000 persone la soprintendenza rileva che «una tale concentrazione possa dar luogo ad atti vandalici: si ricordano a questo proposito i gravi danni al Circo Massimo e non solo, per la celebrazione dello scudetto della Roma, nel 2001, che hanno provocato spiacevoli strascichi anche di natura economica a carico di Istituzioni Pubbliche – aggiunge la soprintendenza -. Per i motivi di tutela sopra espressi, questo Ufficio non ritiene opportuna l’individuazione del Circo Massimo per il concerto dei »Rolling Stones – Tour 2014«, in quanto i rischi per la conservazione del patrimonio archeologico, sono non solo elevati, ma anche difficilmente prevedibili». La Soprintendenza inoltre sostiene che «l’imponente invasività degli allestimenti» non permetterebbe la piena visibilità del Circo Massimo anche dagli affacci delle alture del Palatino o dall’Aventino e la visione stessa del Palatino dal Circo Massimo e dall’Aventino«. La Soprintendenza in ultimo raccomanda al Comune »ove codesta Direzione Regionale intenda esprimere parere favorevole, di predisporre e inoltrare un piano di sicurezza straordinario che veda l’impiego massiccio di forze dell’ordine sia verso il Palatino, sia verso i resti archeologici del Circo Massimo (lato FAO), onde poter contrastare sul nascere ogni forma di azione lesiva per i luoghi archeologici, della cui protezione s’intende che il Comune si farà garante«.

Ti potrebbero interessare anche:

Il maltempo ha picchiato duro. Pioggia e forte vento, disagi ovunque. E piste da sci imbiancate nel ...
MAFIAROMA/ Udienza-fiume, il Comune sarà parte civile
PD ROMA/ Orfini, crollo iscritti? Meno tessere finte, aumentano quelle vere
Allarme smog: domenica stop alla circolazione delle auto
Ostia, Marsella (Casa Pound) sospeso per due sedute
Incredibile, i frigoriferi restano per strada



wordpress stat