| categoria: Roma e Lazio

ROMA/ Controlli antiborseggio nelle vie del centro, 10 arresti in 48 ore

Nelle ultime 48 ore, i Carabinieri di Roma, nell’ambito dei quotidiani controlli antiborseggio, a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, in diversi episodi, hanno arrestato 10 borseggiatori, sorpresi a bordo di bus o dei vagoni delle linee metropolitane della Capitale, ad «alleggerire» le loro vittime. I primi a finire in manette sono stati quattro cittadini romeni, rispettivamente di 24, 25, 26 e 35 anni, fermati dai Carabinieri del Comando Piazza Venezia. I quattro, in piazza dell’Ara Coeli hanno alleggerito della borsa una turista giapponese. Nello stesso momento, all’interno della fermata metro «Vittorio Emanuele», i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto, hanno arrestato due cittadini romeni di 23 e 24 anni, sorpresi dopo aver asportato il portafogli con 50 euro ad un turista italiano di 18 anni. Gli stessi Carabinieri, poco dopo, hanno arrestato un cittadino italiano di 58 anni ed uno algerino di 48 anni, che a bordo del bus linea 571, all’altezza di corso Vittorio Emanuele II, hanno tentato di sfilare il portafogli ad un turista inglese. Una cittadina francese, nomade, proveniente dal campo di via Pontina, di 28 anni, è stata arrestata invece dai Carabinieri della Stazione Roma San Paolo che l’hanno sorpresa all’interno della fermata metropolitana «Termini», dopo aver alleggerito una turista straniere della macchina fotografica. I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno bloccato due cittadine bosniache, di 29 e 38 anni, con precedenti. Le due manolesta, in via Filippo Turati, hanno sfilato il portafogli contenete 50 auro ad una turista italiana. Infine, un cittadino romeno, di 28 anni, proveniente dal campo di via Candoni, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro, all’interno del Tram «5», all’altezza della fermata «Piazza Vittorio», dopo aver tentato sfilare il portafogli ad una anziana donna. I 12 borseggiatori finiti in manette sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo. Tutti dovranno rispondere di furto aggravato. La refurtiva invece, interamente recuperata dai Carabinieri, è stata restituita ai legittimi proprietari.

Ti potrebbero interessare anche:

Giubileo, 30 giorni all'inizio. A Roma lavori al palo
CAMPIDOGLIO/ Emergenza bilancio: mancano 230 milioni
Papa Bergoglio in piazza Mignanelli per l'Immacolata: «Prego per chi è senza lavoro»
Migranti sgomberati, edificio era a rischio esplosione?
Sul caso Spelacchio interviene l'Anac: "E' costato quanto due alberi"
Roma pulita in sette giorni": rifiuti spediti anche ad Aprilia e Pomezia



wordpress stat