| categoria: sport

Seedorf, nessun ultimatum da Berlusconi, ho in mano lo spogliatoio

Clarence Seedorf è sull’orlo del precipizio ma non vuole dare a vedere la minima preoccupazione. Il tecnico ha parlato in conferenza dopo l’ultimatum della coppia Berlusconi-Galliani, che lo hanno messo di fronte a un bivio, dopo una gestione della squadra non condivisa e una serie di risultati – 7 sconfitte su 12 gare, eliminazione da Champions e Coppa Italia – catastrofici : la trasferta di Roma e la partita con la Fiorentina diventano decisive per il suo futuro e quello del suo Milan. L’onta del commissariamento di Galliani, che gli farà da tutor ombra in queste due sfide, l’eventualità di un licenziamento per giusta causa e la presenza ingombrante di Filippo Inzaghi – indiziato numero uno come eventuale successore – sono bocconi amari da digerire.
“Voglio una reazione” — Seedorf inizia analizzando la settimana turbolenta: “E’ stata una bella settimana di lavoro e i ragazzi hanno reagito bene. Speriamo di far vedere la stessa reazione domenica in campo. Ci troveremo davanti una squadra con giocatori importanti, Klose e Candreva sono i migliori: dobbiamo dare il massimo. Domani è un partita molto importante, loro stanno bene, hanno avuto buone prestazioni, altre meno. Abbiamo lavorato con grande determinazione, dobbiamo continuare a farlo e ad essere pronti mentalmente per affrontare queste due partite contro due squadre importanti. Noi cercheremo, da Milan, di portare punti importanti a casa”.

Ti potrebbero interessare anche:

Galliani su Balotelli: se il City abbassa le pretese mi fiondo
RUGBY/ Italia che botta, con la Scozia il sogno diventa un incubo (34-10)
Maxi Lopez sveglia il Torino, Chievo senza stimoli
TUFFI/ Monfiali, Tania Cagnotto agguanta il bronzo da tre metri all'ultima prova
Pellegrini è "carioca", sale "l'adrenalina giochi"
BASKET:; DOMANI A VENEZIA C'È IN BALLO IL TITOLO



wordpress stat