| categoria: In breve

USA/Hillary Clinton si mostra un falco in politica estera

Con la dura condanna della Russia per la Crimea e lo scetticismo sulla possibilità che si raggiunga un accordo con l’Iran, Hillary Clinton si attesta su posizioni da «falco» in politica estera. E prende le distanze dall’amministrazione Obama, di cui ha fatto parte fino all’anno scorso, in vista della sua sempre più probabile candidatura alla Casa Bianca. È quanto scrive il Wall Street Journal ricordando le recenti dichiarazioni dell’ex segretario di Stato su Vladimir Putin, in cui è arrivata a sottolineare come le giustificazioni date dal presidente russo, la necessità di difendere i russi di Crimea, ricordassero quelle usate da Adolf Hitler nella Seconda Guerra mondiale. Con il vigore con cui condanna la Russia, e afferma che le sue azioni non devono rimanere impunite per non creare pericolosi precedenti, la Clinton cerca però, sottolinea il quotidiano conservatore, anche di far dimenticare un «foto del 2009 che potrebbe essere oggi imbarazzante per lei», in cui si mostra l’allora segretario di stato che spinge l’ormai famoso bottone del ‘reset’ con cui l’amministrazione Obama intendeva far ripartire, dopo le tensioni degli anni precedenti, le relazioni con Mosca.

Ti potrebbero interessare anche:

Aggressione a picconate: morte cerebrale per 21enne
FISCO/ Scoperta maxi evasione da 120 milioni da impresa metallurgica
Staminali/ I fratelli Biviano ancora ricoverati in ospedale
CAPODANNO/ Record per le lenticchie, acquistati cinque milioni di chili
SICUREZZA STRADALE/ Le misure previste nel ddl omicidio stradale
PD/ Popolari in campo, alle amministrative spazio ai cattolici



wordpress stat