| categoria: sport

CALCIO/Parma Genoa 1-1, frenata verso il quarto posto

L'alllenatore del Parma Donadoni

Il Genoa frena la corsa del Parma costretto al pari allo stadio Tardini, finisce 1-1 dopo un match in cui i ducali sprecano molte occasioni. I gialloblu allungano la loro striscia di risultati utili consecutivi, sono 17, il Genoa si conferma un avversario ostico per gli emiliani che negli ultimi 10 incontri in casa hanno vinto una sola volta coi liguri. In classifica la squadra di Donadoni sale a 47 punti, a 36 il Genoa. Il primo acuto del match è di marca parmense, al 3′ Gobbi chiude una triangolazione in velocità con Amauri, la conclusione è potente ma non trova lo specchio della porta. Passa un minuto e i ducali sono ancora nell’area avversaria, questa volta è Amauri bravo a toccare tra due difensore un cross basso di Schelotto ma la palla finisce tra le braccia di Perin. Al 20′ lampo rossoblu con Konatè che da azione da fallo laterale riceve palla da Cofie che lo pesca in area, il senegalese lascia partire un diagonale indirizzato al secondo palo su cui Mirante non può nulla: 1-0 per il Genoa. La reazione dei ducali arriva subito dopo con Amauri che prova una mezza rovesciata acrobatica alta sopra la traversa. Il vantaggio ospite dura solo 10 minuti, alla mezz’ora è Schelotto a pareggiare i conti, da punizione sulla trequarti la palla arriva in area, dopo una mischia Parolo tocca dietro per l’argentino che infila di potenza Perin. Non si ferma la squadra di Donadoni ora in cerca del vantaggio: al 38′ è Parolo a tentare la prodezza balistica dalla lunga distanza ma senza trovare la porta. La ripresa vede ancora l’11 di Donadoni pungere in avanti, al 50′ Munari raccoglie una respinta corta della difesa e tira dal limite dell’area ma la palla finisce di poco a lato. Al 56′ occasione per il Genoa con Calaiò che di testa anticipa i difensori del Parma ma non trova la porta. Il Parma guadagna metri, al 66′ cross perfetto per la testa di Amauri che viene disturbato da Burdisso, palla alta sopra la traversa. Due minuti dopo è Parolo a mancare di un soffio il raddoppio, il centrocampista non riesce ad addomesticare un pallone d’oro a due passi da Perin. Alla mezz’ora è Parolo a sfiorare il vantaggio, il centrocampista devia di testa un cross da calcio d’angolo ma la conclusione esce di pochissimo. Difesa rossoblu in affanno sulle palle alte, passano 60 secondi ed è Amauri a provare il colpo di testa vincente. Gasperini rimescola le carte e getta nella mischia Gilardino al posto di De Ceglie.
All’85 è sempre Amauri a rendersi pericoloso di testa, sulla sua conclusione si avventa Perin che in tuffo riesce a sventare la minaccia. Nei minuti di recupero è sempre il portiere genoano protagonista, Perin salva il risultato dopo un tiro deviato di Palladino destinato ad infilarsi sotto la traversa su cui il portiere ospite interviene con un colpo di reni. È l’ultima emozione della partita, finisce 1-1.

Ti potrebbero interessare anche:

Lotito fa benedire la Lazio e Formello
ROMA/ Pallotta: cinesi? Aspettiamo notizie da Unicredit
L'Italia di Conte parte bene, 2-0 alla Norvegia
MOTO/ Rossi show in Qatar: duello infinito con Dovizioso, poi la vittoria
Inter resta in 9 e va ko con il Torino
Dzeko c'è, Icardi no. Roma batte un'Inter deludente



wordpress stat