| categoria: gusto, Senza categoria

VINO/ E’ il Tignanello di Antinori il top brand italiano nel mondo

È il Tignanello di Antinori il marchio del vino italiano più ammirato nel mondo. A dirlo l’autorevole classifica «Most Admired Wine Brands» 2014 del magazine «Drinks International» (www.drinksint.com), resa nota dal sito Winenews.it, realizzata da una giuria di 200 professionisti dell’industria del vino a livello mondiale (dal celebre e seguitissimo sommelier Gerard Basset, a Liz Donnelly, buying manager Alliance Wine Co, uno dei più importanti importatori di vino in Uk, solo per citarne alcuni). Tignanello, nella classifica generale, si posiziona appena ai piedi del podio, al n. 4, scalando ben 28 posizioni sull’edizione 2013 (la crescita più grande in assoluto), in una graduatoria che vede al n. 1 lo spagnolo Torres, colosso della viticoltura iberica,(che completa così un prestigioso filotto spagnolo in termini di classifiche internazionali, dopo il Rioja Imperial Gran Reserva 2004 di Cuna in testa alla «Top 100» 2013 di «Wine Spectator», ed il Faustino I Rioja Gran Reserva 2001 di Faustino al n. 1 della «Top 50 – Wines of the year» di «Decanter»), davanti a «Casillero del Diablo», brand più celebre del gigante cileno Concha y Toro (vincitore nel 2013), e ad uno dei mostri sacri di Bordeaux, Chàteau Latour. Cinque i criteri principali di cui la giuria tiene conto per compilare la classifica: la qualità del vinto, il legame con il Paese o il territorio di origine, la rispondenza ai bisogni e ai gusti del proprio target di consumo, l’essere ben presente sui mercati e con un packaging di alto livello, e avere un grande appeal in una larga fascia di popolazione. A completare la top 10, ci sono l’australiano Penfolds (Treasury Wine Estate) al n. 5, i francesi Chàteau d’Yquem (Lvmh) e Chàteau Margaux (Corinne Mentzelopoulos) al n. 6 e 7, e ancora, dalla Nuova Zelanda, Cloud Bay (Lvmh) al n. 8, il francese Guigal (famiglia Guigal) al n. 9, e lo spagnolo Vega Sicilia (famiglia Alvarez) al n. 10. Nella «top 50», l’Italia piazza un altro prestigioso alfiere dell’enologia tricolore, Zonin, al n. 40, una delle ben 9 «new entry» di quest’anno. Il «podio» dei Paesi, poi, viene completato da Australia (al n. 2 con 8 brand) e Spagna (al n. 3 con 7). Seguono Usa e Cile con 5 marchi a testa, Italia e Nuova Zelanda con 2, e poi 1 per Canada, Ungheria, Libano, Argentina, Sudafrica e Portogallo.

Ti potrebbero interessare anche:

Car sharing con lo sconto. l'Agenzia per la Mobilità fa le promozioni estive
Draghi inaugura la nuova sede Bce, a Francoforte scoppia la protesta
TURCHIA/ Dopo il blitz contro il giornale Zaman nuovi scontri. Licenziato il direttore
Terremoto, la denuncia dei presidi: "Nelle scuole controlli random e solo su richiesta"
TERRORISMO/ Carico di bombole si lancia contro furgone della polizia sugli Champs Elysées
Governo, Conte al Quirinale alle 19



wordpress stat