| categoria: politica

Berlusconi vuole Miss Folletto per Forza Italia ma la Pascale lo stoppa

«Ma veramente il presidente Berlusconi mi vorrebbe in Forza Italia?». Ana Damian stenta a crederci. Eppure l’altra sera il leader di Forza Italia ha citato proprio lei, Miss Folletto 2012. Ne ha parlato come esempio di «persone che servono al partito». A Palazzo Grazioli, davanti ai coordinatori azzurri marchigiani, ha raccontato la storia della ragazza arrivata dalla Moldavia e che, dopo aver superato mille difficoltà, è diventata la miglior venditrice italiana di aspirapolveri (nel 2012 ne ha piazzati 1.510).
«Mi piace Forza Italia e anche il presidente Berlusconi», sorride Ana, 34 anni, che vive a Parma col marito e le due figlie. «E poi anche mio fratello fa politica in Moldavia: è nel Partito Liberaldemocratico, di destra». Ci siamo: è fatta. «Però non sono cittadina italiana, non mi posso candidare». In realtà Berlusconi pensava a un altro ruolo, nel partito: un porta a porta per convincere gli elettori a votare Forza Italia, proprio come si fa con gli aspirapolveri. «Mah… Non ho mai fatto politica… Dovrei partire da zero… Così su due piedi non saprei che dire…».
C’è poco da riflettere, però. La decisione l’ha già presa l’influsso della gelosissima Francesca Pascale. L’altra sera Alessandro Cattaneo (FI) ha mostrato a Berlusconi una foto di Ana. Berlusconi ha sbarrato gli occhi, poi ha deglutito. Quindi ha inserito la retromarcia: che bella figliola, non posso contattarla perché chi mi sta accanto non me lo permetterebbe mai. «Ah sì? Beh, comunque dica pure al signor Berlusconi che io sto scrivendo un libro sulla mia vita. Lui è un editore, se ci tiene potrebbe pubblicarmelo…».

Ti potrebbero interessare anche:

Berlusconi: "Via le tasse a chi assume". Ma anche Vespa prende le distanze
Volano gli stracci nel Pd: io non voto un governo con Alfano. Allora sei fuori dal partito
Legge di stabilità, M5S: assalto alla diligenza da governo e maggioranza
DISABILI/ Famiglie gravi e gravissimi a Matterella: siamo condannati ai domiciliari senza reato
PA/ Ecco i primi effetti dei tagli degli stipendi ai manager
Renzi, non rinuncio a difendere gli interessi dell'Italia nella Ue



wordpress stat