| categoria: Roma e Lazio

“Per sport troppi tagli”, l’assessore Pancalli pronto a lasciare

Nuova gatta da pelare per il sindaco di Roma, Ignazio Marino. Dopo le passate schermaglie tra l’assessore al Bilancio, Daniela Morgante, e quello alla Mobilità, Guido Improta, questa volta il primo cittadino deve fare i conti con lo sfogo del titolare dello sport, Luca Pancalli, che, di fronte ad un paventato drastico taglio al suo assessorato previsto nella proposta di bilancio al vaglio della giunta, ha minacciato di lasciare. «Ieri durante la giunta politica ho detto chiaramente che, a fronte di una proposta iniziale di bilancio che conteneva tagli di oltre il 95% per il 2014 per il mio assessorato, era meglio cancellare l’assessorato stesso», ha detto oggi il presidente del settore giovanile e scolastico della Federcalcio. «Io comprendo perfettamente che è un momento delicato e che vanno salvaguardate risorse per spese obbligatorie e prioritarie come servizi sociali e scuola – continua -, però a fronte di zero è intellettualmente più onesto cancellare l’assessore e ridistribuire le deleghe, in modo da poter risparmiare ancora di più». Di fronte alle dure parole, il sindaco Marino ha chiamato Pancalli impegnandosi – come dice lo stesso assessore – «a fare in modo che si possa recuperare» . «La prossima settimana vedremo», il commento laconico di Pancalli. A condividere le preoccupazioni dell’assessore c’è anche la presidente della commissione Sport di Roma Capitale, Svetlana Celli, secondo la quale «lo sport rappresenta un investimento, non una spesa superflua da tagliare». Dello stesso parere anche il capogruppo del Pd in Aula, Francesco D’Ausilio. «La salute e il benessere stanno diventando voci effimere del Bilancio in virtù di un approccio ragionieristico dello stesso», ribadisce il capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola. «Qualora non arrivassero nell’arco di pochi giorni segnali rassicuranti circa i tagli – avverte -, anche gli altri assessorati dovrebbero consegnare le deleghe al Sindaco e dichiarare l’impossibilità di agire il proprio ruolo di governo».

Ti potrebbero interessare anche:

TRASTEVERE/No all'utilizzo dei lavoratori dell'Ama per lo sgombero della movida
Cinema America, Salvatores: restituisco l'Oscar se non riapre
Mafia Capitale, a processo Venafro, l'ex capo di gabinetto di Zingaretti
Regionarie M5S Lazio: ecco i nomi. Oggi gli attivisti votano online
Omicidio Serena Mollicone, l’udienza rinviata al 15 gennaio
IN PRIMO PIANO/Le regole per riaprire Roma



wordpress stat