| categoria: Dall'interno

REGGIO EMILIA/Operai in nero, sospesa l’attività dell’azienda

Un’azienda tessile che impiegava in nero oltre il 40 per cento della forza lavoro è stata scoperta a Campagnola Emilia, comune della bassa reggiana, nel corso di un blitz dei carabinieri in collaborazione con personale dell’Ispettorato del Lavoro di Reggio Emilia. Nei guai è finita un’imprenditrice cinese 48enne del settore tessile a cui è stata sospesa l’attività aziendale e comminata una maxi-multa per oltre 16.000 euro. Durante i controlli, carabinieri e ispettori hanno riscontrato la presenza di 7 operai intenti a lavorare, dei quali 3 sono senza contratto, impiegati in nero. Si tratta di connazionali dell’imprenditrice che sono risultati in regola con le norme di soggiorno in Italia

Ti potrebbero interessare anche:

Riecco Ruby, in aula la requisitoria contro Berlusconi. Non servono testimoni eccellenti
Donna si suicida davanti al Municipio tagliandosi la gola nel Vicentino
Livorno, ritrovato il padre in fuga con il figlio di 5 anni: erano all'Acquapark
Dieci milioni di italiani in viaggio per Pasqua
PONTE MORANDI: TRAFFICO E CODE, LA GENOVA TAGLIATA IN 2 DAL CROLLO DEL VIADOTTO
Auto prende fuoco in A1, morto il conducente



wordpress stat