| categoria: Roma e Lazio

“Basta distacchi luce e gas”. Blitz nella sede dell’Autorità

Azione a sorpresa dei Movimenti per il diritto all’abitare, in presidio con un centinaio di persone davanti all’Autorità per l’energia elettrica e il gas, a via dei Crociferi, a due passi da via del Tritone. Appeso all’imbocco della strada da fontana di Trevi lo striscione “Casa, reddito, dignità: il 12 aprile ribaltiamo il governo Renzi”.
A rivendicare l’azione il leader del Coordinamento Cittadino lotta per la casa Luca Fagiano: “Siamo qui insieme ai movimenti sociali contro precarietà e austerità, per lanciare la manifestazione nazionale del 12 aprile. Rispondiamo al decreto Lupi con l’articolo 5 che dà il via ai distacchi per le occupazioni, e insieme segnaliamo il grande tema delle privatizzazioni per cui acqua ed energia sono ricchezze gestite per tutti”. L’authority, soprattutto, aggiunge, “ha il compito di decidere sulle tariffe: noi vogliamo che si paghi in base al reddito”. Al momento, spiega Fagiano, “siamo riusciti ad avere un incontro della nostra delegazione di sette persone, con i dirigenti dell’Authority, addirittura in videoconferenza”.

Si sta consumando un dramma sociale senza precedenti – spiegano i movimenti- Migliaia di persone, infatti, sono ridotte a sopravvivere senza gas e luce a causa dei distacchi ordinati quando la perdita del lavoro impedisce alle famiglie di affrontare il costo delle bollette. Contro questa barbarie, sostenuta dal decreto Lupi, i Movimenti per il diritto alla casa hanno reagito occupando questa mattina, in via dei Crociferi la sede dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas”. Sul luogo della protesta, in corso dalle 12 sono intervenute le Forze dell’Ordine.

Ti potrebbero interessare anche:

Dibattito in aula sulle comunicazioni di Zingaretti
Rischio sciopero dei vigili Ospol per la notte di Capodanno
Servizi comunali spunta il "tariffone": addio musei gratis per gli over 65
La testata di Spada: testimoni assenti per minacce
Sensori Bluetooth per monitorare i flussi pedonali? Il Campidoglio ci prova
Corruzione a Roma per le case popolari, c'era una graduatoria alternativa



wordpress stat