| categoria: sanità

Sono 646 mila i lavoratori in Asl e ospedali, 107mila i medici

A lavorare negli ospedali, negli ambulatori e nelle Asl del Servizio sanitario nazionale sono 646.236 operatori. Tra questi, 107.448 sono medici e odontoiatri e 263.803 sono invece infermieri. Questo l’identikit che emerge dallo studio realizzato dall’ufficio di direzione statistica del ministero della Salute. La ricerca scatta una fotografia della disponibilità del personale che lavora all’interno delle strutture pubbliche del Ssn: aziende sanitarie locali, strutture di ricovero pubbliche ed equiparate, relativa al 2010. Analizzando le tabelle del ministero, un dato che balza agli occhi è il numero dei dipendenti donna: 412.125 contro 234.111 uomini. Quasi il doppio. Un ‘potere rosà che si esprime soprattutto tra gli infermieri: ben il 77% della categoria è infatti composta da donne. Tra i medici la percentuale è un pò più bassa: 36,9%. A ricoprire un ruolo sanitario all’interno del Ssn sono 453.305 dipendenti, 116.607 sono invece tecnici e 74.206 amministrativi. Nel dettaglio, a svolgere un compito prettamente sanitario sono 160.542 uomini e 292.763. I tecnici uomini sono 49.279 e 67.328 le donne. Presenza femminile massiccia anche tra gli amministrativi: 51.371 donne a fronte di 22.835 uomini.

Ti potrebbero interessare anche:

Da dr House a super manager, in arrivo una task force per i casi complessi
Pos mobile per i medici di famiglia, Asl To5 prima a partire in Piemonte
L'Aiop denuncia, sempre meno tecnologia avanzata in ospedale
L'ospedale St. George's assume 50 infermieri italiani: l'esame via Skype
Trenta anni fa la prima nata da procreazione medicalmente assistita e utero in affitto
Campania. Lorenzin scrive a De Luca: “No alle strumentalizzazioni politiche sulla salute dei cittadi...



wordpress stat