| categoria: salute, Senza categoria

Sos centri antiveleni, le pile a bottone al litio sono un pericolo per i bambini

Dall’intossicazione alla perforazione dell’esofago. Sono i possibili rischi che può correre chi ingoia le micropile al litio: dispositivi piatti a forma di bottone, in genere di 2 centimetri di diametro, particolarmente pericolosi per i bimbi che scambiandoli per un giocattolo potrebbero ingerirle. E infatti «la crescente diffusione di questo tipo di batterie ha determinato, negli ultimi 5 anni, un incremento degli incidenti legati alla loro ingestione soprattutto nei bambini più piccoli». A lanciare l’allarme sono i 3 Centri antiveleni della Lombardia: il Cav di Pavia dell’Irccs Fondazione Maugeri, il Cav dell’ospedale di Bergamo e il Cav del Niguarda di Milano. Queste pile, avvertono gli esperti, «possono causare un danno principalmente a carico dell’esofago, ma anche dello stomaco per il solo effetto elettrico, indipendentemente dal rilascio di sostanze tossiche successive all’apertura della pila stessa. Le conseguenze possono essere anche gravi (perforazione esofagea) e hanno determinato un significativo aumento dei casi di morte», sottolineano i Centri antiveleni lombardi. «Per evitare tale rischio è fondamentale impedire ai bambini di accedere al prodotto», molto diffuso nelle case italiane perchè utilizzato per l’alimentazione di orologi, bilance, calcolatrici, telecomandi e altri oggetti di uso domestico.

Ti potrebbero interessare anche:

EPIFANIA/ Due chili di peso in più come regalo dalle festività
SCONTRI MILANO/ Cosa si nasconde sotto ai cappucci neri
CALABRIA/ Fondi ai gruppi, arrestato un assessore, misure cautelari per otto consiglieri regionali
TENNIS/ Montreal, impresa Errani: stende la Azarenka e vola ai quarti
Nuove frontiere nella cura del Parkinson
A rischio denti quando la cura e' fai da te per le gengive



wordpress stat