| categoria: Roma e Lazio

Il Tar del Lazio blocca il volo diretto Milano-NY di Emirates

«È un provvedimento stupefacente e inatteso tanto più in vista di Expo, evento per il quale auspicavamo tutti una politica di Open Sky». Così il presidente di Sea, Pietro Modiano, ha commentato la decisione del Tar del Lazio, che ha accolto il ricorso presentato contro l’autorizzazione concessa alla compagnia Emirates di collegare direttamente Milano Malpensa con New York. La notizia è stata resa nota oggi da Assaereo, favorevole al provvedimento del Tar. «Tali autorizzazioni sono riservate da trattati internazionali ai vettori nazionali, comunitari e dei Paesi di destinazione. In nessuno Stato è neanche ipotizzabile la concessione a compagnie extracomunitarie». Il Tar, secondo Assaereo, «ha riconosciuto valide e fondate le critiche e la ferma opposizione che da subito Assaereo e le compagnie aeree italiane hanno mostrato contro un provvedimento grave e discriminante per le nostre imprese». «La sentenza del Tar del Lazio rappresenta quindi un passaggio fondamentale – ha dichiarato Assaereo – in quanto allinea l’Italia agli altri Paesi, non solo europei, nel rispetto degli accordi internazionali e fornisce una chiara risposta alle altre compagnie extracomunitarie che volessero seguire l’esempio di Emirates». Di tono ben diverso le reazioni della politica. «Il Tar del Lazio cancella il volo diretto Malpensa-NY. Decisione stupefacente e vergognosa, Roma continua a danneggiare il Nord»: questo il twitter con cui il governatore della Lombardia Roberto Maroni ha commentato la decisione del Tar. «Cosa non si inventano pur di penalizzare Malpensa», ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, aggiungendo che è «una responsabilità gravissima quella del Tar del Lazio, che penalizza il nostro aeroporto in un momento già non facile». «È l’ennesimo tentativo – ha commentato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Lombardia Maurizio Del Tenno – di tarpare le ali a Malpensa e al sistema aeroportuale lombardo». «Una decisione inaspettata – ha aggiunto – che rischia di danneggiare la credibilità del sistema e di rendere il nostro Paese inaffidabile agli occhi di chi investe sul nostro territorio. Ad un anno da Expo – ha concluso Del Tenno – è assurdo che anzichè aprire i nostri cieli al mondo si vada esattamente nella direzione opposta»

Ti potrebbero interessare anche:

Corviale, incendio al centro AMA. Sabotaggio
LE SCOPERTE DI IMPROTA/ Aumentate le doppie file, effetti sulla velocità
Il Comune: sì a Roma 2024. Codacons: Ricorriamo al Tar"
TURISMO/ Natale e Capodanno all'insegna del "meno" per molti alberghi della Capitale
Stadio: Raggi,città e As Roma parte lesa. "Querelo tutti i giornali"
INCHIESTA NOMINE:ATTESA IN CAMPIDOGLIO MA ASSESSORI A LAVORO



wordpress stat