| categoria: In breve, Senza categoria

SCHEDA/ Usa, la scia di sangue in scuole e università

Armato di due coltelli, un ragazzo di 16 anni ha oggi ferito 20 studenti in un liceo in Pennsylvania, alcuni in maniera grave, facendo così registrare ancora una tragedia della violenza in una scuola degli Stati Uniti. Queste le principali stragi di studenti americani negli ultimi anni: – 14 DIC 2012, BIMBI SANDY HOOK. Un 20/enne entra nella scuola di Sandy Hook, di Newtown, in Connecticut, e con un fucile d’assalto apre il fuoco uccidendo 20 bambini e sei adulti, per poi togliersi la vita. – 2 APR 2012, TERRORE IN CALIFORNIA. Un ex studente entra in una classe della Oykos University, una piccola università cristiana di Oakland, e apre il fuoco sui suoi ex colleghi. Alla fine si contano sei morti e tre feriti. – 8 DIC 2011, VIRGINIA TECH. Il complesso, teatro del massacro 2007, torna sulle prime pagine e l’America rivive un incubo. La sparatoria causa due morti, un agente e il killer. – 14 FEBBRAIO 2008, ILLINOIS UNIVERSITY. Un ex studente armato con due pistole ed un fucile irrompe in un’aula della Northern Illinois University ed apre il fuoco uccidendo cinque persone e ferendone una quindicina. Il killer poi si suicida. – 17 APRILE 2007, LA TRAGEDIA PIÙ GRANDE. Uno studente di 23 anni di origine coreana apre il fuoco in due diverse aree del grande campus dell’università di Virginia Tech e uccide due persone in un dormitorio e altre 30 in un edificio dove erano in corso le lezioni. – 16 GENNAIO 2002, ANCORA VIRGINIA. In una piccola università uno studente straniero bocciato uccide a colpi di pistola il rettore, un insegnante ed una studentessa. – 20 APRILE 1999, COLUMBINE: due studenti della Columbine High School di Denver (Colorado) – Eric Harris, 18 anni, e Dylan Klebold, 17 – aprono il fuoco e uccidono 12 loro compagni e un insegnante prima di togliersi la vita. Secondo una ricerca del mese scorso, il numero delle sparatorie nelle scuole continua ad essere molto alto. Nell’anno scolastico in corso ce ne sono state almeno undici, oltre a diversi altri casi connessi alle armi da fuoco verificatisi quando non erano in corso lezioni. Diversi istituti hanno adottato maggiori misure di sicurezza, dotandosi ad esempio di metal detector. Il liceo in Pennsylvania teatro dell’ ‘accoltellamento di massà di oggi non è tra questi.

Ti potrebbero interessare anche:

Tyson, sesso sfrenato in carcere
MILANO/Incidenti sul lavoro: operaio cade dalla scala, è grave
Residenza in Bulgaria ma pensione in Italia senza tasse
Pratola Peligna (AQ). Inaugurato centro per l'autismo
Terrorismo, Minniti espelle egiziano
Ennesima aggressionenel carcere viterbese di Mammagialla.



wordpress stat