| categoria: attualità

Fecondazione assistita, in otto anni quasi 80 mila bimbi nati

In otto anni, dal 2005-2012, sono stati quasi 80 mila i bimbi nati grazie alla procreazione medicalmente assistita (Pma), pari al 2% di tutti i nati in Italia, 655 mila i cicli di trattamento iniziati su 493 mila coppie trattate, 105 mila gravidanze. Sono gli ultimi dati del Registro Nazionale della Pma. Nel mondo invece se ne contano 5 milioni di bebè nati grazie alle tecniche messe a disposizione dalla medicina riproduttiva dal 1978 ad oggi, metà dei quali negli ultimi sei anni. Nel 1990 erano infatti appena 90mila, nel 2000 il loro numero è salito a 900mila, mentre dal 2007 ad oggi, complice la ricerca di tecniche sempre più raffinate e sicure, c’è stato un vero e proprio boom, con due milioni e mezzo di nascite. A riferire i dati internazionali è invece la società americana di medicina riproduttiva, la Icmart, un’organizzazione non-profit che si occupa proprio della diffusione di dati sulle tecnologie utilizzate per la riproduzione assistita e sulla loro sicurezza. «Si tratta di una storia di grande successo medico – ha spiegato Richard Kennedy, rappresentante di Icmart – i bimbi nati sono un numero pari alla popolazione di uno stato Usa come il Colorado, oppure di Paesi come il Libano o l’Irlanda». E il trend in crescita è confermato anche in Italia.

Ti potrebbero interessare anche:

Scampia dice no alla fiction su Gomorra
Sandro Ruotolo candidato di Ingroia alla presidenza del Lazio
Getta la droga dalla finestra, ma la raccolgono i carabinieri
La rivolta dei siriani, notte di violenza nel Cie di Bari
METEO/ Ultime ore di caldo, poi arriva l'autunno
Migranti, Alfano scopre gli hotspot galleggianti: "così non fuggirà nessuno"



wordpress stat