| categoria: attualità

Dirigenti Ugl chiedono dimissioni Centrella, “per il buon nome del sindacato”

Roma - Giovanni Centrella Ugl

Le dimissioni del leader dell’Ugl, Giovanni Centrella, coinvolto in un’indagine su una presunta sottrazione di fondi del sindacato, sono state chieste da alcuni dirigenti dell’Ugl durante una conferenza stampa stamani a Roma. «Non siamo giustizialisti e non vogliamo sostituirci alla magistratura, crediamo alla sua innocenza fino a prova contraria – ha detto il segretario nazionale Ugl-Telecomunicazioni, Stefano Conti – ma per salvaguardare il buon nome della nostra organizzazione e rispondere a migliaia di iscritti che rappresentiamo, pensiamo sia necessario che si dimetta e con lui tutta la segreteria confederale». Ieri sera Centrella ha ricevuto invece la fiducia della segreteria. Conti, assieme al segretario nazionale Ugl-Igiene e Ambiente, Giancarlo Favoccia e a quello regionale della Liguria, Ettore Rivabella, ha chiesto un comitato di reggenza che convochi un consiglio nazionale straordinario. «Se Centrella si dimette potrà difendersi meglio durante l’inchiesta – ha detto Favoccia – in cui siamo certi che dimostrerà la sua innocenza. Se non è innocente, sarà una tragedia per tutto il sindacato».

Ti potrebbero interessare anche:

Bevilacqua, quattro indagati per omicidio colposo
YARA GAMBIRASIO/ LE FOTO DEL PRESUNTO ASSASSINO
Myanmar, il trionfo di Aung San Suu Kyi
Referendum, Salvini e Brunetta: subito elezioni
BLACK OUT MONDIALE/ WhatsApp si blocca per ore, poi riparte
Formigoni: i guai giudiziari dell'ex Governatore



wordpress stat