| categoria: sanità Lazio

FECONDAZIONE/ Zingaretti nomina un commissario per regolarizzare i centri del Lazio

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha scelto Corrado Melega come Commissario soggetto attuatore per i centri per la Procreazione medicalmente assistita (Pma). Melega dovrà assicurare il compiuto e tempestivo svolgimento di tutte le attività funzionali al completamento delle procedure di autorizzazione all’esercizio di attività di procreazione medicalmente assistita per tutti i centri, pubblici e privati, della Regione Lazio. L’incarico ha la durata di 6 mesi e l’ufficializzazione della nomina avverrà nei prossimi giorni, informa una nota della Regione. Melega, 69 anni, fra i massimi esperti italiani del settore, ha fatto parte del gruppo di medici che ha ottenuto le prime gravidanze con fecondazione assistita nella Regione Emilia Romagna; attualmente è componente del Comitato di indirizzo dell’Azienda Ospedaliera S. Orsola-Malpighi e coordinatore della commissione regionale emiliana per il percorso nascita. Negli anni ’70 ha contribuito, insieme alle associazioni femminili, alla nascita dei consultori familiari e ha contribuito all’istituzione del primo servizio ospedaliero regionale per l’attuazione della legge 194. Dal 1991 al 2000 ha diretto il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale ‘Bufalinì di Cesena. Dal 2000 al 2003 la Maternità dell’Ospedale Maggiore di Bologna e dal 2003 al 2009 il Dipartimento materno-infantile dell’Asl di Bologna. Nel 2007 ha coordinato, assieme al Comune e all’Università di Bologna con la collaborazione della Fondazione del Monte, l’istituzione del Pronto Soccorso per l’assistenza alle donne vittime di violenza sessuale. «Dopo nove anni di caos nell’accreditamento dei centri per la Procreazione medicalmente assistita – commenta Zingaretti – la Regione Lazio è intervenuta ad aprile 2013 con un decreto da me firmato per attuare gli obblighi previsti dalla legge e chiudere questa ennesima brutta pagina. La scelta del professore Melega, tra i massimi esperti in questo settore, rappresenta un passo ulteriore in questa direzione. Voglio quindi ringraziarlo per la sua disponibilità e per aver messo la propria esperienza al servizio della Regione Lazio».

Ti potrebbero interessare anche:

IDI/ Inchiesta sui fondi del Bambino Gesù: il cardinale Versaldi indagato insieme a Profiti, ex nume...
Minori vulnerabili. A Roma inaugurato nuovo centro a Torre Spaccata
LASTORIABUONA/ Tutti gli Angeli del Pertini, quando la sanità funziona
SERVIZI/ Percorso nascita: Asl Roma 5 dalla parte delle donne
Spot sulla malasanità, solidarietà della Asl Roma 5 a tutti gli operatori
Per 11465 donne di Viterbo torna il programma di prevenzione del tumore al seno



wordpress stat