| categoria: primo piano

“Cartellino giallo” a Berlusconi, alla prossima esternazione salta l’affidamento?

Non sono passate inosservate al Tribunale di Sorveglianza di Milano le dichiarazioni di Silvio Berlusconi nell’ intervista andata in onda ieri sera su La7 a Piazzapulita. Le frasi su come l’affidamento in prova sia cosa «ridicola non per me, ma per il Paese», e su quanto sia «ridicolo pensare che si possa rieducarmi consegnandomi a dei servizi sociali e a dei colloqui quindicinali con assistenti sociali», hanno attirato l’attenzione dei magistrati milanesi. Quei magistrati che due settimane fa gli hanno concesso la misura alternativa alla detenzione domiciliare con l’obbligo di prestare assistenza agli anziani per almeno quatto ore alla settimana, attività al centro dell’incontro di oggi pomeriggio tra l’ex capo del Governo e i vertici della Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone. Così le parole pronunciate dal leader di Forza Italia, ormai in piena campagna elettorale, e che sono ‘rimbalzatè su tutti i media, in queste ore sono all’esame dei giudici. Al momento, però, nessuna acquisizione formale della registrazione dell’ intervista rilasciata dall’ex premier a Corrado Formigli e nessuna apertura di una procedura, ma solo, da quanto si è appreso, un semplice esame delle dichiarazioni da fonti aperte. Dichiarazioni che potrebbero entrare nel suo fascicolo in vista della valutazione del percorso di riabilitazione o per le quali, si ipotizza, potrebbe al limite rischiare una «diffida». Potrebbe cioè venire convocato dal responsabile dell’Uepe, l’Ufficio esecuzione penale esterna, per ricevere, per dirla in termini calcistici, un ‘cartellino giallò: un’ammonizione con tanto di invito a tenere una linea di condotta consona alle prescrizioni che proprio mercoledì scorso ha firmato dando così il via di fatto all’affidamento in prova ai servizi sociali. Berlusconi con le interviste che in questi giorni sta rilasciando a raffica – stamani a Mattino Cinque ha di nuovo attaccato il presidente Napolitano e ha ancora bollato la sentenza Mediaset come «un colpo di stato» – potrebbe quindi mettersi in qualche guaio. Se da un lato è un suo «diritto (…) dichiararsi comunque innocente – si legge nel provvedimento del Tribunale di Sorveglianza – o vittima di un errore giudiziario» è anche pur vero che l’ammissione all’affidamento in prova ai servizi sociali, misura che può «sostenere ed aiutare il soggetto nel portare a maturazione quel processo di revisione critica, di emenda, oggi in fieri», richiede «tuttavia, che vi siano in nuce le condizioni, perchè attraverso gli interventi di trattamento possa essere promosso ‘un processo di modificazione delle condizioni e degli atteggiamenti personali…che sono di ostacolo a una costruttiva partecipazione socialè». Inoltre la misura alternativa è stata concessa anche in base a una serie di valutazioni che hanno portato il Tribunale a una «prognosi positiva» di futuro reinserimento sociale e rieducazione dell’ex premier già resosi disponibile ad assistere gli anziani e quindi a svolgere «un’attività di tipo riparatorio». Tutto ciò, però, con una serie di prescrizioni, che gli hanno comunque assicurato l«agibilità politicà, il ‘divietò di diffamare i magistrati e la raccomandazione di mantenere un comportamento »nell’ambito delle regole della civile convivenza, del decoro e del rispetto delle Istituzioni«. Intanto Berlusconi oggi, dalle 15 e per circa un’ora, ha incontrato il direttore generale della Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone Paolo Pigni e il direttore dei servizi residenziali Michele Restelli. Con loro ha definito i dettagli del progetto di volontariato che svolgerà presso la struttura. Si è trattato di un incontro strettamente riservato che è avvenuto nel centro di formazione permanente dell’istituto e in cui si è stabilito il piano di assistenza agli anziani che si dovrebbe concentrare nei reparti San Pietro e San Luigi. Piano che domani mattina i responsabili della Fondazione, con una conferenza stampa, renderanno noto assieme alle date in cui il leader di Forza Italia lavorerà come volontario a partire forse già da venerdì prossimo.

Ti potrebbero interessare anche:

Cipro, contagio scongiurato. Ok al piano di salvataggio
Incontro Letta-Samaras. Il premier italiano: "Forte incoraggiamento alla Grecia"
PENSIONI/ Docenti e medici, marcia indietro (e brutta figura) del governo
Lo scandalo dei vigili romani, Renzi: cambiamo le regole
Parigi, l'Isis rivendica. Il terrorista era ceceno, già schedato
Saltano le nozze Fca-Renault



wordpress stat