| categoria: Dall'interno

EDITORIA/Cdr L’Unità: “Basta tagli”, sciopero il 2 maggio

«Il primo maggio è la festa del lavoro dell’anno in cui l’Unità festeggia i suoi 90 anni. In questa occasione i giornalisti vogliono rivolgersi in primo luogo ai lettori parlando stavolta come lavoratori, nella convinzione che esiste oggi un caso Unità da rendere pubblico e di valenza politica. Siamo dipendenti di un’azienda che continua a inanellare assenze, comportamenti irrispettosi della rappresentanza sindacale, decisioni addirittura dannose per la testata. Per questo annunciamo una giornata di sciopero per venerdì 2 maggio». Così, in una nota che comparirà domani sul quotidiano, il comitato di redazione dell’Unità annuncia un giorno di sciopero, «una scelta difficile sofferta, ma inevitabile». Per la rappresentanza sindacale «il tempo delle promesse virtuali e dei tagli reali è finito. Questa azienda mette a rischio una testata storica della sinistra e dell’informazione italiana. Questa redazione non si è mai sottratta a pesanti piani di ristrutturazione. Le responsabilità di una gestione avventata delle risorse vanno individuate altrove. Per quanto ci riguarda – conclude il cdr – d’ora in poi apriremo tavoli solo con interlocutori credibili, su basi concrete di rilancio. Abbiamo aspettato anche troppo. Per questo chiediamo alla politica, a quel partito, il Pd, che storicamente è vicino alla testata, di sostenerci nelle nostre legittime richieste».

Ti potrebbero interessare anche:

Sbarco in Calabria, in 121 a bordo di una barca a vela
MILANO/E' morto il tassista aggredito
Assegni sociali a stranieri non residenti, truffa per 4,5 milioni
Preso dopo due mesi l'ergastolano evaso a Lecce
Giornata Mondiale sulla sindrome di Down: “Voi come ci vedete”?
Pordenone, sequestrati a rom nullatenenti ville e beni per 2,5 milioni



wordpress stat