| categoria: politica

RIFORME/Boschi, lo slittamento di due settimane non è un dramma, può capitare

Maria Elena Boschi, Ministro delle Riforme e i Rapporti con il Parlamento

Se la riforma del Senato «slitta di una o due settimane, non è un dramma, perchè finalmente avremo una riforma che aspettiamo da 30 anni». Così Maria Elena Boschi, ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti col Parlamento, intervenendo a una iniziativa elettorale del Pd a Empoli. «È probabile che il voto in aula arrivi dopo il 25 maggio. Capita, a volte, nei lavori in commissione. Però stiamo lavorando a buon ritmo, in commissione si sta lavorando davvero a tempo pieno».

«Le riforme costituzionali, così come la legge elettorale, è bene che siano condivise anche oltre la maggioranza di governo. C’è un accordo con Forza Italia che tuttora è in campo, tuttora è valido, speriamo di avere il consenso più ampio possibile», ha poi aggiunto il ministro. «I tempi della legge elettorale – ha poi detto Boschi – sono quelli che ci siamo dati, d’accordo con tutti gli altri partiti che sostengono legge elettorale e riforme costituzionali, subito dopo aver approvato al Senato la riforma costituzionale, torneremo sull’Italicum. Io mi auguro che nel mese di giugno si possa arrivare ad un voto in Senato».

Ti potrebbero interessare anche:

D'Alema pompiere, Berlusconi non causerà la crisi
Pd caos, stop al tesseramento per due settimane
Polizia, il Viminale taglia 1,8 mld di stipendi e oltre 200 presidi e sezioni
Gentiloni: 'No alle crociate. L'unica soluzione è quella politica'
CASO DIAZ/ Moretti con De Gennaro, a Roma scontro Marino-Sel
Manovra, stretta su 'portoghesi' bus, multa fino a 200 euro



wordpress stat