| categoria: politica

UCRAINA/ Pinotti, pronti a inviare una forza di pace

«Se dovesse servire, l’Italia è disponibile anche ad inviare un contingente di peacekeeper». Così il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in un’intervista a ‘La Repubblicà, torna sulla crisi ucraina sottolineando che «la situazione è molto preoccupante e il governo non la sottovaluta. Non penso siamo alla vigilia di una guerra europea» ma «non possiamo stare a guardare. Certo, senza agire da soli, ma attraverso l’Onu, la Nato e l’Unione europea». «Anche la Russia -prosegue Pinotti- ha ammesso che i rivoltosi sul campo sono sfuggiti a ogni controllo. Noi italiani, insieme alla Germania, abbiamo finora lavorato per evitare che le sanzioni alla Russia dessero adito a una escalation difficile da controllare. Noi siamo disponibili a fare di più». Caschi blu italiani? «Nessuno ha avanzato questa richiesta, ma se dovesse servire -assicura il ministro della Difesa- dobbiamo essere disponibili anche a questo». Quando le chiede se dobbiamo prepararci a una nuova missione, Pinotti replica: «Ancora non siamo a questo, parlare di invio di peacekeeper è prematuro, ma dobbiamo essere pronti. Al momento il nostro sforzo politico e diplomatico è quello di tornare indietro allo spirito dell’accordo di Ginevra».

Ti potrebbero interessare anche:

Sul Sunday Times il Cavaliere senza trucco. "Dopo la caduta"
Alfano: sospenderemo Mare Nostrum."Ma continueremo a salvare immigrati"
La riforma della Rai? Desapareicida. Il rinnovo dei vertici si farà con la vecchia Gasparri?
Niente viaggio in Nigeria per Salvini: gli negano il visto sul passaporto
L'inchiesta su petrolio e appalti: Gemelli pronto a lasciare Confidustria Siracusa
Referendum, la terra trema sotto i piedi del Pd renziano



wordpress stat