| categoria: sanità Lazio

Dopo le denunce della Finanza la Regione avvia indagini sull’ intramoenia

La direzione della Sanità regionale del Lazio ha attivato tutti i direttori generali di Asl, Aziende ospedaliere, e Ircss pubblici del Lazio per la predisposizione in breve tempo di un rapporto “esaustivo a tappeto” sulle modalità in essere, struttura per struttura, per l’esercizio dell’attività di intramoenia. “Il rapporto – spiega una nota della Regione – deve indicare chiaramente e nel dettaglio entità della produzione, quota spettante alla struttura, tariffe praticate, tempi di attesa, fatturato globale. Abbiamo chiesto inoltre di conoscere se e come sono state spese le risorse destinate a realizzare gli spazi per l’intramoenia”. L’iniziativa prende spunto dalle recenti notizie di cronaca relativa a una operazione condotta dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie che ha segnalato alla Corte dei conti 83 tra medici e dipendenti da varie aziende sanitarie per violazioni alle norme che disciplinano l’attività intramoenia, con un danno erariale valutato in 5,9 milioni di euro. Quarantotto di loro sono stati anche denunciati all’autorità giudiziaria per truffa aggravata e, in alcuni casi, peculato, per aver trattenuto illecitamente compensi spettanti al Servizio sanitario nazionale. L’attività ispettiva ha interessato 18 regioni e 65 province. Sono stati proposti sequestri preventivi per equivalente per oltre 2,9 milioni di euro. Alla luce di ciò la Regione Lazio reputa “urgente e non procrastinabile realizzare una indagine conoscitiva molto approfondita in modo da individuare forme di gestione piu trasparenti, meno esposte ad atteggiamenti arbitrari, più rispettose dei cittadini”.

Ti potrebbero interessare anche:

Zingaretti: "Il S.Lucia? Chiudiamo la pratica in settimana"
Affari e non solo, i pentiti della sanità laziale bussano al M5S
La Casa della salute di Ostia? M5S obietta e denuncia: funziona per finta
La ASL Roma 1 è green, via libera alla convenzione per l’uso di scooter elettrici per i dipendenti
IO NON SCLERO/ Le parole di chi convive con la sclerosi multipla diventano immagini in tempo reale
Coronavirus, a Roma il sistema già non regge più



wordpress stat