| categoria: primo piano, Senza categoria

Terremoto sull’expo 2015, arrestati Paris e Greganti

Siamo tornati ai tempi bui di Mani Pulite, di Tangentopoli, è un autentico terremoto quello che si sta scatenando sull’expo 2015, un terremoto dagli effetti politici imprevedibili. Il direttore Pianificazione e Acquisti di Expo 2015 spa e general manager del grande progetto milanese, Angelo Paris, è stato arrestato dal giudice delle indagini preliminari Fabio Antezza in un’inchiesta per i reati contro la pubblica amministrazione condotta dai pm milanesi Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio. Insieme a Paris sono stati arrestati anche l’ex senatore di Forza Italia Luigi Grillo come intermediario di presunte irregolarità in appalti di Infrastrutture Lombarde, e due protagonisti della prima stagione di Mani Pulite: l’allora segretario amministrativo della dc milanese Gianstefano Frigerio e l’ex funzionario del Pci-Pds Primo Greganti.
Una nuova ordinanza di custodia cautelare ha raggiunto anche Antonio Rognoni, l’ex direttore generale di Infrastrutture Lombarde, già agli arresti domiciliari per un’altra inchiesta di un mese fa . I militari della Guardia di Finanza di Milano e gli investigatori della Dia stanno eseguendo altre misure cautelari in questa indagine che ipotizza i reati di associazione a delinquere, corruzione e turbativa d’asta.

Ti potrebbero interessare anche:

DIETRO I FATTI/ Perchè continuano le ingerenze tedesche negli affari italiani
TENNIS/ Roland Garros, Errani soffre ma va ai quarti di finale
IL PUNTO/ Turchia in fiamme, a Taksim è guerra nella notte
Ecco il royal baby, assomiglia a Kate
Renzi fa politica via Twitter. Legge elettorale? La facciamo con chi è disponibile
Naufragio Concordia, Schettino condannato a 16 anni e un mese



wordpress stat