| categoria: sanità Lazio

Nuovo incubo a Porta di Roma, bimba salvata dal soffocamento da un volontario della Cri

Le urla disperate della mamma. Sua figlia di pochi mesi sta soffocando, ha ingoiato qualcosa. Un volontario della Croce Rossa, Francesco Diano è al centro commerciale Porta di Roma con tanti altri colleghi per una settimana di dimostrazioni, corre verso di lei, prende la bimba, applica le classiche manovre di disostruzione e la salva.

Poteva essere una tragedia, come quella di marzo scorso, quando, nello stesso centro commerciale, all’Ikea, un bimbo di tre anni si soffocò mangiando un hot dog. E per lui non ci fu niente da fare. Stavolta l’intervento tempestivo ha evitato la macabra ripetizione di un dramma.

“Ho preso la bimba, le ho dato qualche colpo interscapolare per far uscire il pezzetto di plastica che aveva ingoiato, e l’ho portata al più vicino posto medico avanzato”, racconta Francesco Diano, 60 anni, da 20 volontario della Croce Rossa presso il 118. L’episodio è avvenuto tra Decatlon e Leroy Merlin, dove la Croce Rossa aveva sistemato la sua cittadella. Non a caso il corso di disostruzione, che si ripeterà stamattina, è stato organizzato a Porta di Roma. Qui, il piccolo Francesco Emanuele Maria P., nato il 4 marzo del 2011, è morto dopo essere rimasto tra la vita e la morte, ucciso dall’hot dog che stava mangiando. Il bambino è rimasto in stato di arresto cardiaco per almeno 20 minuti.

Alle 10 di stamattina, in una sala dell’Uci cinema, all’interno della galleria, si svolgerà una nuova lezione informativa sulle manovre salvavita pediatriche. “È emblematico che, nella giornata mondiale della Croce Rossa, nel pieno della celebrazioni, siamo riusciti a fare la differenza con la nostra presenza salvando la vita di un bambino. Questo evento sottolinea l’importanza di partecipare ai corsi di disostruzione pediatrica”, dichiara il presidente regionale Cri, Adriano

De Nardis. “È stato bello vedere – dichiara Filippo de Ambrogi, direttore di Porta di Roma – tante mamme con bambini e nonni prendere parte al corso. Ecco perché abbiamo messo a disposizione una sala in grado di ospitare le 200 persone che si sono prenotate”.

Ti potrebbero interessare anche:

LA DENUNCIA/ Asl di Frosinone verso il collasso. E nessuno si muove
AssoTutela/Forlanini: il cancello sulla Portuense va riaperto subito
Rimandate le audizioni alla Pisana dei direttori generali
TRAPIANTI/ Doppio di fegato al polo interaziendale S.Camillo-Spallanzani
ASL ROMA 5/ Iniziative in serie per fronteggiare l'emergenza Covid-19
Gemelline siamesi unite per la testa, separate a Roma: prima mondiale



wordpress stat