| categoria: gusto, Senza categoria, Speciale Giubileo

VINO/ Ai Castelli romani si forma il sommelier delle “bollicine”

Ai Castelli romani si forma lo ‘Chevalier sabreur’. Un sommelier specializzato in ‘bollicinè. È l’idea di un nuovo corso, destinato a professionisti o appassionati del vino, organizzato dall’Associazione italiana sommelier, delegazione Castelli romani. Si parte il 21 maggio per finire il 25 giugno: 6 lezioni in tutto, che saranno tenute da docenti Ais, ogni mercoledì alle 20, presso il ristorante Quintessa. Molti gli argomenti nel programma: ‘La spumantizzazione: storia e origine delle bollicinè; ‘La Franciacorta: il metodo classico italianò; ‘Champagne: dal terroir alla classe delle bollicine francesì; ‘Il metodo Martinotti e il Prosecco di Valdobbiadenè; ‘Trento e il metodo Talentò; ‘La sciabolaturà. Doop l’esame finale, la consegna dei diplomi, con la nomina di ‘Chevalier sabreur’, che avverrà presso Chateau Franciacorta Berlucchi, durante una cena di gala. Con tanto di attribuzione della speciale insegna e della ‘sciabolà del sommelier, che potrà essere usata dai nuovi ‘cavalierì per aprire una frizzante bottiglia, ovviamente in circostanze possibili.

Ti potrebbero interessare anche:

Il paese è appeso a un filo. E a Montecitorio si gioca alla politica
ROMA/ "Hei tu, hai midollo? Marino spiazza l'inviato delle Iene e lo costringe a fare una donaz...
Twitter sommerso da immagini porno, 500mila al giorno
Tir in fiamme, chiusa l'A1 presso Capua. Ponte a rischio crollo
ALIMENTAZIONE/ Cenare dopo le 19 fa male al cuore?
Ad Ascoli torna 'Fritto Misto'



wordpress stat