| categoria: sport

Chievo-Inter, la partita degli addii

Mazzarri

La gara degli addii. Il Chievo allo scadere grazie alla verve di uno scatenato Victor Obinna batte l’Inter in rimonta, ma mai come questa sera il risultato è un dato statico. Per descrivere le emozioni della sfida del Bentegodi bisogna necessariamente partire dalla fine, dal triplice fischio del direttore di gara. Perchè il Bentegodi offre lo spettacolo più bello, forse retorica, ma quello che sempre si vorrebbe vedere negli stadi. Il capitano, Javier Zanetti, si dirige verso la curva occupata dai tifosi nerazzurri, seguito da Cambiasso e Milito. Della sconfitta non importa a nessuno, gli applausi, i cori sono tutti per loro. Un’emozione fortissima, che aumenta quando ai tre si aggiunge Samuel. Una festa completa che dura diversi minuti. A cui si aggiunge il pubblico del Chievo. Bandiere che si ammainano, il passato che tramonta per sempre. A Verona, probabilmente, si chiude definitivamente un ciclio. Quello che aveva proiettato l’Inter sul tetto d’Europa e d’Italia. Perchè se Mourinho se ne è andato da tempo, gli argentini dell’Inter avevano contribuito a costruire un pezzo di storia nerazzurra. Una storia bella, esemplare come quella di Zanetti. Finisce cosi, con Cambiasso che corre negli spogliatoi con le lacrime sul viso e tutto, ma proprio tutto, lo stadio in piedi a tributare il doveroso salute all’uomo Zanetti. La partita passa in secondo piano. Con un Chievo che gioca un bel primo tempo e meriterebbe il vantaggio dopo una traversa di Paloschi e un palo di Lazarevic. Con un’Inter che nella ripresa sembra controllare sino alla carta Obinna gettata in campo da Corini e da un Carrizo che forse commosso si lascia superare malamente dai due tiri dell’attaccante di casa. Ma il risultato nella notte degli addii conta davvero poco.

Ti potrebbero interessare anche:

SERIEB/ Al Frosinone il derby con il Latina, ora i ciociari sognano la A
Lo sfogo di Di Natale: "Da 4 anni dicono che sono finito"
CALCIOMERCATO/ Inter, idea Nasri, Milan su Badelj. Sansone in Liga
Bologna Milan 0-1, decide un gol di Pasalic
POKER DELL'UDINESE, PALERMO A PICCO AL FRIULI
CALCIO: PARMA FA FESTA, CANCELLATA LA PENALIZZAZIONE



wordpress stat