| categoria: Dall'interno

TAXI/ Uber preoccupa anche Roma, la categoria pronta alla lotta

Uber preoccupa anche Roma. L’applicazione che permette di noleggiare una macchina con conducente con una app da cellulare, che ha fatto infuriare i tassisti a Milano, rischia di scatenare proteste in tutta Italia. «Stiamo ricevendo chiamate da tutta Italia di tassisti preoccupati – dice Alessandro Atzeni, coordinatore regionale Lazio Uilt settore taxi – Aspettiamo gli sviluppi dopo la riunione con il prefetto convocata a Milano in seguito ai disordini e l’incontro con il ministro Lupi mercoledì per decidere come organizzarci. Nei prossimi giorni ci riuniremo anche a Roma». «Questi servizi innovativi, nello specifico Uber, preoccupano il comparto dei taxi – prosegue – soprattutto per il metodo: reclutare autisti con l’unico requisito richiesto di avere la patente da almeno tre anni e di svolgere il servizio di trasporto pubblico non di linea viola le norme nazionali e territoriali. A questo punto c’è bisogno di un’azione incisiva del governo». Quanto all’ipotesi di scioperare, aggiunge: «Cercheremo fino all’ultimo di escluderlo, ma valuteremo nelle prossime ore».

Ti potrebbero interessare anche:

Casa Scajola non è finita: la Procura ricorre in appello
Eurispes, gli italiani non sanno rinunciare all'auto
Frana in Cadore, i morti salgono a tre
Maltempo, allerta rossa in Sicilia: ​strade come fiumi a Taormina
Il Papa, 13 nuovi cardinali per dare voce alle periferie del mondo
VALANGA TRAVOLGE SCIATORI A PILA, 2 MORTI E 2 FERITI



wordpress stat