| categoria: turismo

Infiorata in Umbria, per un weekend ‘verde’

Tuffo nel verde e negli altri colori della natura in Umbria. A fine giugno tra Spello e Bevagna è l’occasione per tutti gli amanti di tradizioni e sapori di un tempo che cercano un itinerario “lento” e colorato per rilassarsi.

Spello da quasi due secoli ospita delle scenografiche infiorate in occasione della festività religiosa del Corpus Domini: le vie e le piazzette dell’antica colonia romana si vestono di tappeti artistici di fiori. Nella notte del 21 giugno, gli abitanti del borgo trasformano le vie del centro in un lunghissimo tappeto floreale con un lavoro lungo e meticoloso che richiede grande pazienza ma anche estro creativo. Con il consorzio Umbrialifestyle si può partecipare anche alla visita di “Torte in Fiore”, mostra-concorso di Flower Cake Design. Dove i fiori diventano elemento ornamentale per le preparazioni gustose dei pasticcieri. Da abbinare alla “full immersion” di fiori e tradizione un tour nei dintorni. Bevagna ad esempio nel weekend 19-22 giugno propone la rievocazione storica del Mercato delle Gaite in cui mostra ai visitatori di ogni parte d’Italia alcuni dei mestieri più antichi legati al territorio. Nei vicoli del borgo le taverne propongono per l’occasione menù a tema. E in effetti tra una passeggiata e l’altra non si può omettere l’assaggio di almeno due dei prodotti tipici per eccellenza: il vino Sagrantino e l’olio extravergine d’oliva che è considerato “l’oro di Spello”.

Visitando la Tenuta di Castelbuono, sulle colline tra Bevagna e Montefalco, si può degustare il Sagrantino in una location d’eccezione. Qui infatti si trova un pezzo d’arte di Arnaldo Pomodoro che nel 2012 realizzò il “Carapace”, la cantina-scultura a forma di tartaruga divenuta il simbolo della Tenuta. Quanto all’olio-‘oro’ di Spello una degustazione “top” è al Frantoio, attivo dal 1947, citato nell’edizione 2014 della guida “Oli d’Italia” del Gambero Rosso.

Ti potrebbero interessare anche:

E Fiuggi si inventa l'operazione-rilancio
Estate, Italia troppo cara rispetto a Grecia e Croazia
In Islanda l'inverno splende
Ecco i dieci parchi più belli d'Italia
Inverno in Carinzia tra piste da sci e terme
Cinque vie alla scoperta del Lazio. Percorsi di fede, natura e tradizione



wordpress stat