| categoria: attualità, Senza categoria

Muro del pianto, il Papa lascia un biglietto tra le pietre

Papa Francesco è entrato nella Spianata delle Moschee, a Gerusalemme. L’auto del Papa si è fermata all’ingresso della Cupola della Roccia, dove Bergoglio è stato accolto dal Gran Mufti e dal direttore del Consiglio per la custodia dei ben degli enti islamici. Bergoglio ha visitato la moschea, togliendosi le scarpe e indossandole di nuovo all’uscita, senza l’aiuto di nessuno. Subito dopo si è svolto l’incontro ufficiale con le autorità islamiche. “Rispettiamoci ed amiamoci gli uni gli altri come fratelli e sorelle! Impariamo a comprendere il dolore dell’altro! Nessuno strumentalizzi per la violenza il nome di Dio! Lavoriamo insieme per la giustizia e per la pace!”. E’ l'”accorato appello” lanciato dal Papa incontrando il Gran Mufti.

La Spianata delle Moschee, dove si trovano la Cupola della Roccia e la moschea al-Aqsa, è uno dei luoghi più santi per i musulmani, terza meta di pellegrinaggio dopo la Mecca e Medina. I fedeli dell’Islam la ritengono il luogo da cui il profeta Maometto fu asceso al cielo. Il Papa visita l’area, ritenuta sacra anche dagli ebrei essendo il sito del Tempio di Salomone, e dai cristiani come luogo della profezia di Cristo sulla distruzione del Tempio.
Successivamente Papa Francesco, accolto dal rabbino capo, è arrivato al Muro Occidentale, frammento del muro di sostegno della Spianata del Tempio di Salomone, distrutto in epoca romana. Il Papa ha sostato da solo davanti al Muro del Pianto, ha poggiato la mano sulle pietre e vi ha posto un biglietto, raccogliendosi in preghiera silenziosa per alcuni minuti.

Ti potrebbero interessare anche:

De Vito (M5S), la rete valuterà il programma per il Campidoglio
GIUSTIZIA/ Altissima adesione (90%) allo sciopero dei giudici di pace: sospesi 200mila procedimenti
Noa, No Tav si uniscano lotta armata
Arriva la sedia a rotelle controllata dal pensiero
Düsseldorf, due italiane tra i 9 feriti nell'attacco alla stazione
Covid, nuovi casi in aumento e altri 9 morti



wordpress stat