| categoria: Dall'interno

Agguato all’uscita della A1, morto il ‘re delle mele’

E’ morto nella notte, nell’ospedale di Piedimonte Matese (Caserta), l’imprenditore Gennaro Galdiero, 40 anni, l’imprenditore ortofrutticolo ferito ieri sera con due colpi di pistola a bordo della propria auto allo svincolo dell’ autostrada A1 presso Caianello. Lo si apprende dai Carabinieri. Galdiero era noto in Campania come il “re delle mele” e per aver partecipato a varie trasmissioni televisive in qualità di esperto del settore ortofrutticolo ed esponente dell’ Unaproa, Unione nazionale produttori ortofrutticoli.

Una persona è stata fermata dai Carabinieri di Capua (Caserta) per l’ omicidio dell’ imprenditore Gennaro Galdiero, ferito ieri sera allo svincolo dell’ autostrada A1 a Caianello. Si tratta di un imprenditore ortofrutticolo di 52 anni che – si apprende da fonti investigative – si è costituito ai Carabinieri di Vairano scalo (Caserta). L’ uomo – si è saputo – è collegato al consorzio di cui Galdiero era responsabile. E’ stato sottoposto a fermo per omicidio.

Diversi colpi esplosi da un’altra auto

Ancora tutta da chiarire da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo di Capua che conducono le indagini la dinamica e la matrice dell’episodio: si sa solo che l’uomo era da solo nella sua auto, una Bmw, quando gli aggressori – si pensa almeno due – gli si sono affiancati a bordo di un’altra auto facendo fuoco varie volte con l’obiettivo di uccidere. Il 40enne ha partecipato, in qualità di esperto, a molte trasmissioni televisive, l’ultima volta il 12 luglio dell’anno scorso a Uno Mattina Estate su RaiUno per discutere dell’ aumento dei prezzi e della qualità della frutta estiva.
Un agguato in piena regola dunque ma che, secondo gli investigatori, non avrebbe una matrice camorristica; ciò emergerebbe da alcuni dettagli della dinamica, ovvero il fatto che chi ha sparato non è un professionista e che sia stata utilizzata una sola pistola, ma anche la circostanza che Galdiero aveva il finestrino dalla sua parte abbassato, come se avesse parlato con qualcuno prima dell’agguato, mentre solo quello opposto, chiuso, è stato rinvenuto infranto dai proiettili. Il fatto inoltre è avvenuto a pochi passi dallo svincolo autostradale ma in una stradina nei pressi di un ristorante, dove l’uomo potrebbe aver incontrato qualcuno. L’imprenditore, inoltre, è incensurato e non è mai incappato in indagini antimafia. La pista ritenuta al momento più probabile è quella della criminalità comune, ma non si escludono altri moventi.

Ti potrebbero interessare anche:

Mozzarelle prodotte senza usare latte, sequestro nel Salernitano
Bari, i dipendenti dell'Ateneo superpremiati per dieci anni: il buco è da 35 milioni di euro
Agguato in strada a Torino, morto uomo ferito da fucilata
Corruzione al porto di La Spezia, arresti e misure cautelari
Ponte Morandi, trovato reperto-chiave, dentro cavi corrosi
PACCHETTO CALCIO INGANNA,A SKY MULTA ANTITRUST DA 7 MLN



wordpress stat