| categoria: politica, Senza categoria

Cuffaro, l’Assemblea sicilinana salva il vitalizio all’ex governatore

L’Assemblea siciliana salva il vitalizio dell’ex governatore Totò Cuffaro, in cercare per mafia. La norma che estendeva la decadenza dal vitalizio anche ai condannati per mafia, era stata presentata dai 5stelle e controfirmata dal vice presidente dell’Antimafia, Fabrizio Ferrandelli (Pd). Diciotto i voti a favore, 33 i contrari. Il governo aveva dato parere contrario, mentre la commissione Bilancio s’era espressa favorevole a maggioranza. La norma dei 5stelle intendeva escludere dal vitalizio i soggetti condannati con sentenza passata in giudicato per i delitti previsti e puniti dagli articoli 416, 416 bis e 416 ter del codice penale, «nonchè i soggetti condannati con sentenza passata in giudicato ai quali è stata riconosciuta l’aggravante di cui all’art.7 del decreto legge 1991 n.152 come convertito dalla legge 12 luglio 1991 n.203». A favore del subemendamento, bocciato dall’aula, hanno votato tutti i deputati del gruppo M5s, i parlamentari di Forza Italia Edgardo Bandiera e Salvo Pogliese, Fabrizio Ferrandelli del Pd, Vincenzo Vinciullo del Ncd e Antonio Venturino del Misto. Sette gli astenuti. Il voto è stato palese. Alcuni deputati, presenti in aula, risultano però tra gli assenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Siamo a pezzi, ma continuiamo a ballare sul ponte del Titanic
Imu: gli 'zelanti del fisco', gia' pagata prima rata
Il bacio Perugina approda in Francia
Madia, pronto il decreto sulle auto blu, "tutti a piedi" ai Consigli dei ministri
Manovra, 392 milioni per il bonus alle future mamme
SALVINI, DI MAIO HA AVUTO REDDITO ORA PRETENDO FLAT TAX



wordpress stat