| categoria: sanità Lazio

Il pasticcio di Villa Buon Respiro, la proprietà cambia idea? Lavoratori in ansia

Il pasticcio di Villa Buon Respiro, la proprietà cambia idea? Lavoratori nuovamente in ansia, i problemi ci sono e restano. Appena l’8 maggio avevano appreso dagli organi di informazione che per Villa Buon Respiro era stato tutto risolto. I rappresentanti sindacali , aspettavano fiduciosi la soluzione definitiva con atti formali.
E invece niente La prima doccia fredda è arrivata con la formalizzazione da parte del Gruppo San Raffaele Tosinvest di voler applicare il contratto Aiop-Rsa (peggiore rispetto all’attuale sia dal punto di vista normativo che economico) a Villa Buon Respiro e ad altre proprietà dello stesso. La seconda doccia, ancora più fredda, è la missiva del 27 maggio, indirizzata ad una serie di istituzioni e organizzazioni sindacali che avvia la procedura di mobilità in base alla Legge 223/91.
Quello che più balza agli occhi è che l’unica struttura dove tutto il personale è in esubero è Villa Buon Respiro. Forse che in Regione non sono ancora stati trasformati in atti gli accordi sottoscritti?

Ti potrebbero interessare anche:

Tempi di attesa al Pronto Soccorso, più l'ospedale è grosso più crescono
Reatino, il Grifoni di Amatrice diventerà casa della salute? Proteste
Il 13 marzo scioperano medici Lazio, visite sospese
La Roma 5 prima Asl d’Italia ad aderire al “Manifesto Interreligioso dei Diritti nei Percorsi di Fin...
ASL ROMA 5/Fallimento Olicar Gestione srl, salvati tutti i posti di lavoro
INI Grottaferrata presenta il nuovo Centro Obesità



wordpress stat