| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Strade e Gra al buio? Tutta colpa dei furti di cavi di rame

Rubati oltre 57 km di rame, coinvolti 1.900 punti luce, danni per 1 mln e 930 mila euro , i Municipi più colpiti siano quelli più periferici con il triste primato del Municipio IV, seguito dal VI, dal XV, dal IX, dal X e dall’XI. Il Municipio meno colpito è invece ad oggi il XIII . “Il Rapporto sulla situazione furti dei cavi di alimentazione degli impianti di Roma Capitale redatto da Acea è preoccupante e conferma quanto da tempo andavamo denunciando. Anche se ancora sono numerosi i quadranti al buio e divenuti di conseguenza insicuri, la novità è che l’azienda ha già iniziato un percorso di ripristino e per prevenire tali illegalità è corsa ai riparti per tutelare il proprio patrimonio e quello dei contribuenti romani, nonché il diritto a un servizio degno per i cittadini di Roma”, dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio, commentando i numeri contenuti all’interno della Relazione che certifica il furto di oltre 57 km di rame, 1.900 punti luce coinvolti per un ammontare totale del danno di 1 mln e 930mila euro solo nel 2013. “A dire il vero nel rapporto, per la prima volta, Acea Illuminazione Pubblica fa riferimento ad alcuni interventi di natura sperimentale al fine di contrastare il fenomeno che vanno dall’installazione di cavi in alluminio ramato, non ricercato rispetto al rame, alla cementificazione dei chiusini e all’attivazione di una polizza assicurativa per il risarcimento dei furti. Gli interventi prospettati, tra l’altro, sono da considerarsi necessari non solo per il proliferare del fenomeno ma anche per le modalità di azione dei ladri di rame. Già da alcune settimane riceviamo infatti testimonianze su finti operai vestiti con giubbottini retroriflettenti che operano al furto di metalli alla luce del sole, tagliando il cavo, legandolo al furgone e tirandolo con se. L’indagine risulta infine molto significativa perché descrive una completa mappatura del fenomeno a Roma, dimostrando come i Municipi più colpiti siano quelli più periferici con il triste primato del Municipio IV, seguito dal VI, dal XV, dal IX, dal X e dall’XI. Il Municipio meno colpito è invece ad oggi il XIII”, conclude Santori.
“Il Presidente di Anas Spa, Piero Ciucci, stavolta fornisce una risposta più rassicurante poiché oltre ad annunciare l’impegno di ripristinare l’illuminazione nel tratto del GRA compreso tra lo svincolo di Monte Spaccato e quello di Boccea, in quello tra la Galleria di Veio e la SS 2, nei pressi dell’Ospedale Sant’Andrea, e negli svincoli della Flaminia, di Castel Giubileo e de La Rustica, annuncia anche il ripristino dei cavi oggetto di furto e danneggiati con la progettazione di interventi di installazione di cavi in alluminio armato e posa in opera direttamente interrata, unitamente all’installazione di sistemi di sicurezza TVCC, dotati di telecamere intelligenti che invieranno un segnale di allarme alla Sala Operativa Compartimentale di Roma in caso di tentativi di intrusione”, prosegue Santori. “Si tratta di novità importanti rappresentate in una nota al sottoscritto, che già ebbi modo di auspicare come Commissione Sicurezza per quel che concerne gli impianti di illuminazione ACEA, dei cavi della Rete Ferroviaria Italiana e finanche di quelli relativi alla telefonia mobile e fissa e alle cabine elettriche. Un deterrente efficace che scongiurerebbe a monte il mercato del rame e del ferro e che potrebbe anche rappresentare un ulteriore momento utile per l’arresto in flagranza dei ladri di rame. Spero che l’Osservatorio contro il mercato illegale di rame e metalli, istituito presso il Ministero dell’Interno, possa fare propria questa raccomandazione e incentivare l’utilizzo di questi strumenti anche negli altri casi segnalati”.

Ti potrebbero interessare anche:

Il bacio Perugina approda in Francia
FOCUS/ Ungheria, i neonazisti Jobbik avanzano. Il nuovo che fa paura
Ama, dopo 38 anni la prima gara per 2,4 milioni di tonnellate di rifiuti
La disperazione dell'assessore uscente Esposito: la metro B è ferma (incendio) e nessuno informa gli...
Barriere Sante, la Roma del Giubileo non ha pensato ai disabili
QUEL FIUME DI DROGA CHE PASSA PER ROMA…



wordpress stat