| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

Zingaretti autorizza l’Ifo a riprendere l’attività di assistenza domiciliare

Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha inviato una lettera al Commissario dell’Ifo – Regina Elena, Fulvio Moirano, con la quale si autorizza immediatamente la ripresa delle attività di assistenza domiciliare ai pazienti affetti da neoplasie cerebrali assicurata dal reparto di neuro-oncologia dell’ospedale e ridotta negli ultimi mesi per problemi legati al processo di autorizzazione e accreditamento. La prevista procedura – spiega una nota della Regione Lazio – per regolarizzare questo tipo di attività è già in corso e dunque nelle more del processo di accreditamento, il presidente ha ritenuto di sbloccare l’attività assicurando così la ripresa dell’assistenza domiciliare a oltre 200 pazienti. Le procedure messe in atto dalla Regione puntano a stabilizzare questo tipo di assistenza assicurata in base ad progetto sperimentale e con fondi finanziati direttamente in sede di approvazione del bilancio regionale, con l’obiettivo di garantire la prosecuzione dell’assistenza nell’ambito del sistema sanitario regionale senza interruzioni. Nel corso degli anni il progetto ha garantito assistenza domiciliare a oltre 800 pazienti sottoposti ad intervento chirurgico presso l’Ifo, ma anche in altre strutture di Roma e delle provincie del Lazio. «Stiamo lavorando per dare una collocazione definitiva all’interno del sistema sanitario regionale alla bella iniziativa dell’Ifo – spiega il presidente Zingaretti – facendola uscire dalla precarietà costituita dalla sua natura di progetto sperimentale. Diamo così garanzie assistenziali e restituiamo serenità ai malati, alle loro famiglie, agli operatori. Ho scelto di procedere nelle more degli adempimenti previsti dalla legge, perchè ritengo che – ha concluso – la Regione debba essere più rispettosa delle esigenze dei pazienti e dei loro familiari, piuttosto che di quelle della burocrazia»
Alessandra Tardiola

Ti potrebbero interessare anche:

STAMINA/ L'Aifa diffida gli Spedali Civili di Brescia dal trasferire cellule
Un centinaio di forconi in piazza a Latina, bruciate cartelle di Equitalia
Influenza, torna la fiducia sui vaccini. In fila dal medico
Gli italiani scampati alla strage: «Sparava come un pazzo, noi vivi per miracolo»
A Poggio Mirteto la prima Struttura riabilitativa a gestione pubblica del Lazio
Tamponi periodici a domicilio per i pazienti fragili



wordpress stat