| categoria: In breve, Senza categoria

Obama “verde”, energia pulita per crescita e tutela della salute

Energia pulita e meno inquinamento per rafforzare la crescita economica e tutelare la salute, riducendo drasticamente i casi di asma e gli infarti. Il presidente americano, Barack Obama, porta avanti nel discorso settimanale la sua ‘rivoluzione verdè in vista di lunedì, quando annuncerà – secondo indiscrezioni – nuove regole stringenti per ridurre del 20% le emissioni di gas serra delle centrali elettriche a carbone, costringendo fra l’altro l’industria a pagare per le emissione create. Una svolta verde che porterà avanti con il suo potere esecutivo e che rappresenta l’azione più forte mai decisa da un presidente americano per affrontare il cambiamento climatico, in quello che potrebbe diventare uno dei momenti decisivi per la sua presidenza. «Dobbiamo muoverci verso un’energia più pulita e sicura»: questo non accadrà da un giorno all’altro ma richiederà «scelte difficili. Un’economia basata sull’energia pulita può essere un motore di crescita per i prossimi decenni» spiega Obama agli americani. «Una delle cose migliori che possiamo fare per l’economia, i nostri figli e l’ambiente è spingere il mondo verso un’energia più pulita e sicura» aggiunge Obama. D’accordo sulla necessità di agire in tempi rapidi la conferenza episcopale americana che, in una lettera all’Environment Protection Agency, chiede di intervenire. «Apprezziamo l’impegno ad affrontare una sfida globale urgente. Noi siamo pronti a lavorare con voi» affermano i vescovi americani nella missiva datata 29 maggio. Il piano che Obama si appresta ad annunciare è ambizioso. Secondo indiscrezioni il programma fissa un limite nazionale alle emissioni dalle centrali elettriche a carbone, lasciando però ai singoli stati la possibilità di adottare piani per ridurre l’inquinamento sulla base di varie opzioni. Gli impianti a carbone sono la maggiore fonte di inquinamento e, secondo gli scienziati, sono la causa principale del riscaldamento globale. Obama ha scelto di usare il proprio potere esecutivo per evitare l’impasse in Congresso, dove i repubblicani sono contrari all’introduzione di nuove norme. Un programma simile a quello che Obama si appresta ad annunciare era stato attuato dall’ex candidato alla presidenza, il repubblicano Mitt Romney, quando era governatore del Massachusetts.

Ti potrebbero interessare anche:

FISCO/ Berlusconi insiste, sono credibile: restituiremo l'Imu entro maggio
GERMANIA/ Fuga di cervelli, offerti 100mila euro per il rientro in patria
A fine 2013 11,4 milioni di crocieristi in Italia, +5,1%
Firenze, uccisa e crocifissa. C'è un nuovo mostro?
Salute, Ferrara città della prevenzione, già coinvolto il 30% dei cittadini
Noto musicista suona in strada: multato. Ma sindaco lo difende



wordpress stat