| categoria: editoriale, Senza categoria

Le parole d’ordine non servono, Renzi “ripari” la macchina dello Stato

L’indignazione, i proclami, le parole d’ordine di Matteo Renzi, le puntualizzazioni del commissario anti-corruzione. Venerdì super poteri, nuove norme, il daspo ai politici corrotti, e così via. Lo sanno tutti, lo sanno anche loro, così non si vince il fenomeno che da decenni sta piegando l’Italia e oggi la sta strangolando. Così non se ne esce. Andate a leggervi le dichiarazioni del pentito di camorra Iovine; c’è un anti-stato che fin qui ha offerto garanzie a superiori allo Stato, e si è dimostrato vincente, ha avuto il consenso. L’accostamento Expo, Mose e quadrante della malavita organizzata è solo apparentemente peregrino. Per sopravvivere, per fare profitto, per arricchirsi ci sono vie aperte e ben definite, talvolta delle autostrade. Lo Stato, l’amministrazione non funziona, non offre garanzie, non dà sicurezza, non dà prospettive. Anzi, ferisce, punisce, umilia. E allora fottiamo lo Stato. La camorra, la mafia, sfruttano lo scheletro della struttura pubblica per fare i loro affari, per imporre la loro legge, per crescere. Hanno consenso perché sono vincenti, perché proteggono, sono un modello. Dall’altra parte i corrotti, politici, faccendieri, imprenditori, non si muovono su terreni diversi. Lo Stato non ha una morale, non ha un’etica, non induce nemmeno soggezione e rispetto. E’ una vacca da mungere. Le regole si seguono finchè serve, poi si abbandonano. Tanto non interessa a nessuno. I conniventi ci guadagnano, gli altri si comprano. Detto questo è fuor di dubbio che si dovrebbe ripulire lo Stato dalle fondamente, rendere dignità e rispetto. Renzi pensi a rimettere in moto la macchina, parli meno e faccia. Tolga regole inutili, faccia rispettare con maggior vigore quelle che servono. Ha ragione chi ha detto che le leggi ci sono già. Ma non c’è lo Stato, autorevole, duro ma giusto, pronto a tutelare sul serio i più deboli e a punire gli arroganti e i corrotti senza pietà. Solo così si batte l’antistato. Con le sue stesse armi.

Ti potrebbero interessare anche:

Obiettivo, mille euro in più in busta paga. Renzi fa sognare
A Gaza è di nuovo guerra, Hamas minaccia l'aeroporto
Le strisce bianche davanti al Pub danno fastidio? E io le cancello
TURCHIA/ Assalto alla sede del partito curdo ad Ankara
Obama a Dallas: 'Il razzismo non è finito, nessuno è immune'
Puglia estate 2016: alga tossica anche in Salento



wordpress stat