| categoria: Roma e Lazio

Ordinanza anti-alcol, gli esercenti puntano i piedi: non possiamo fare gli sceriffi

“Chiediamo un incontro per fare il punto della situazione perché ci sono alcuni interventi che abbiamo condiviso con l’Assessore Marta Leonori ma altri che debbono essere migliorati. Per prima cosa dobbiamo predisporre un piano per la comunicazione per far conoscere l’Ordinanza ma anche la pericolosità dell’abuso dell’alcol. Ci vuole maggiore informazione e un maggiore coinvolgimento di tutte le Forze dell’Ordine che debbono essere più presenti.” Lo afferma Claudio Pica Segretario dell’Associazione Esercenti bar, caffè, gelaterie e ristoranti e Vice Presidente della Fiepet-Confesercenti. “L’Ordinanza anti-alcol va bene se applicata nella sua interezza e certamente noi siamo consapevoli che c’è un problema nell’eccesso della cosiddetta Movida in alcuni quartieri – continua Claudio Pica – ma l’ordine pubblico spetta alle Istituzioni preposte e gli Esercenti non possono fare “gli sceriffi” né affrontare in strada persone che hanno alzato il gomito. Noi chiediamo principalmente che i controlli si spostino in strada e colpiscano chi sbaglia e chi non rispetta l’Ordinanza, in primo luogo i tantissimi venditori abusivi che continuano a prendersi beffa delle regole e delle Leggi. I responsabili dei locali pubblici se vengono colti in fallo vengono sanzionati”

Ti potrebbero interessare anche:

OMICIDIO CESARONI/Pg: annullamento assoluzione
Mafia capitale, Pignatone spiega: "Rapporto diverso con le due giunte". Venafro, imminente...
Roma, crollo palazzina: Conapo, evitata strage grazie prontezza vigili del fuoco
Bagarre olimpica in Campidoglio, il Consiglio vota "No" a Roma 2024. Discorso chiuso
"Boicotta i negozi stranieri", bufera a Roma per i cartelli di estrema destra
Ostia, filmato mentre prende mazzette: arrestato per corruzione dirigente del Municipio assieme a du...



wordpress stat