| categoria: Roma e Lazio

Salva Roma, nel piano di rientro la liquidazione della Agenzia regionale turismo

«Si prevedono operazioni di accorpamento tra entità operanti nel medesimo settore e di liquidazione degli organismi che non svolgono attività di rilievo per il perseguimento dei fini istituzionali di Roma Capitale o per cui è stata rilevata una sovrapposizione di competenze. In particolare, liquidazione dell’Agenzia regionale per la promozione turistica del Lazio e dell’Agenzia comunale tossicodipendenze. Mantenimento delle partecipazioni detenute in: Aeroporti di Roma, Istituzione Biblioteche di Roma. Ipotesi di accorpamento dell’azienda speciale Palaexpo. In relazione all’Azienda speciale Farmacap sono in corso di valutazione le proposte del commissario che prevedono la trasformazione in Spa, con parternariato pubblico/privato, sulla scorta delle esperienze dei Comuni di Milano e Torino, o la dismissione delle farmacie sul mercato. In relazione alla Centrale del Latte, l’amministrazione capitolina si sta adoperando per mettere in atto le procedure di dismissione della società con l’obiettivo di massimizzare il valore dell’intera partecipazione». Questo è quanto si legge nel documento del piano di rientro illustrato questo pomeriggio alla maggioranza dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, e dall’assessore al Bilancio, Silvia Scozzese.
Liquidazione già in atto per le società: Servizi Ambientali, Consorzio Alementama, Fondazione Amici del Teatro Brancaccio, Marco Polo, Fiumicino Servizi. Cessione/Liquidazione degli organismi considerati ‘non strategicì per le attività di Ama: Fondazione Insieme per Roma, Ecomed, Co.Ri.Se., Cisterna Ambiente, Centro Sviluppo Materiali, Società per il Polo Tecnologico Romano, Acea, Consel Scarl, Consorzio italiano Compositori. Fusione per incorporazione in Ama, con contestuale reinternalizzazione degli asset strategici di Ama Soluzioni Integrate, gestore dei servizi di igiene ambientale per conto di privati cittadini, enti pubblici e privati. Dismissione totale (mantenendo attenzione alla salvaguardia dei livelli occupazionali) della partecipazione detenuta in Roma Multiservizi. Mantenimento delle partecipazioni detenute in: Ep sistemi che progetta, realizza e gestisce impianti per la produzione di energia elettrica da fonti alternative, e Assicurazioni di Roma che fornisce servizi assicurativi con soluzioni specifiche per gli enti soci». Questo è quanto si legge nel documento del piano di rientro illustrato questo pomeriggio alla maggioranza dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, e dall’assessore al Bilancio, Silvia Scozzese, in merito al capitolo sulle società partecipate in relazione al Gruppo Ama. In relazione alle altre società che erogano servizi pubblici locali, le azioni riguardano il mantenimento della partecipazione in: Centro Agroalimentare Romano – Car, con conseguente fusione con la controllata al 100% Cargest; Investimenti con conseguente fusione con la controllata al 100% Fiera di Roma; Centro Ingrosso Fiori; Eur

Ti potrebbero interessare anche:

Atac, si dimettono tre consiglieri su cinque, decade il cda
Primo maggio, ambulanti abusivi e camion bar hanno violano i divieti
IN PRIMO PIANO/ Buca Capitale, la città è nei guai
LAVORO/ Dalla Regione oltre 700mila euro per tirocini per disabili
La vecchia banda della Magliana lavora ancora: arrestate 16 persone. Tassi fino al 150%
Trovato morto il ragazzo scomparso 9 giorni fa: corpo in un dirupo



wordpress stat