| categoria: politica

Emiliano, da sindaco di Bari a assessore di San Severo

Il sindaco uscente di Bari e segretario del Pd in Puglia Michele Emiliano sceglie il giorno della proclamazione del nuovo primo cittadino del capoluogo pugliese, Antonio Decaro, per la sua mossa a sorpresa: sarà il nuovo assessore alla Legalità e alla Polizia locale del Comune di San Severo, in provincia di Foggia. Questo gli consentirà di rinnovare l’aspettativa da pm, in vista di una sua candidatura alle primarie del centrosinistra per la presidenza della Regione Puglia. L’assessore, a San Severo, un comune di 54.000 abitanti, distante 161 km da Bari, Emiliano lo farà – ha annunciato – gratuitamente e per raggiungere il comune dauno – ha promesso – prenderà il treno. Il suo nuovo impegno politico lo ha annunciato a Palazzo di città, mentre Decaro veniva proclamato suo successore, dopo 10 anni di «regno». «Ero convinto di rimanere disoccupato – ha detto Emiliano – ma farò l’assessore a San Severo a titolo gratuito. Mettersi a disposizione quando si lavora per lo Stato è l’unica cosa che dà veramente gioia ed io sono a disposizione di qualunque sindaco pugliese abbia bisogno di me. E poi – ha ironizzato Emiliano sulle diverse nomine sfumate – sono più contento così: da ministro a sottosegretario sino ad assessore a San Severo». E l’ironia viene anche utilizzata dal capogruppo di Fi alla Regione Puglia, Ignazio Zullo: «Finalmente – dice – riusciamo a fare gli auguri di buon lavoro a Michele Emiliano per un nuovo impegno politico, dopo le tante occasioni mancate. Una mossa certamente orchestrata più che dal Pd, da alcuni centristi regionali, ex amici di partito, per consentirgli di prolungare la sua sopravvivenza in politica.» Per Zullo, la nomina ad assessore, «a giudicare dal lavoro compiuto a Bari, non rappresenta una buona notizia per i cittadini di San Severo. Adesso bisognerà solo capire se lì adempirà ai suoi impegni con presenza e fattività o se non lo si ritroverà, invece, a giocare un ruolo istituzionale sulla carta pensando ad altri lidi e ad altri appetiti politici». Sullo sfondo infatti c’è la partita tutta da giocare per le elezioni del 2015 alla Regione Puglia, ad iniziare dalle primarie: «Non c’è fretta e per le consultazioni delle regionali c’è tempo», dice Emiliano. «Il centrosinistra ed in particolare il Pd – aggiunge – vuole candidare il più forte, il più legittimato, quello che ha più meriti, quello che dà maggiori garanzie di vittoria. Lo dobbiamo cercare, trovare senza fretta e senza ansia. Se siamo tutti d’accordo celebreremo le primarie il 26 ottobre e, se dovessi accorgermi di avere qualche possibilità, potrei anche pensare di candidarmi. Intanto da oggi si inizia a lavorare per San Severo». L’incontro con il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, per la firma dell’atto di nomina, ha sancito in mattinata il nuovo incarico: da mercoledì Emiliano comincerà il suo nuovo lavoro da assessore comunale.

Ti potrebbero interessare anche:

Crisi e povertà, sabato il Pd scende in piazza a Roma con Bersani
Grillo e Fi " alleati contro Napolitano, boicottiamo il discorso di fine anno
DIFESA/ Pinotti, spending review tra caserme e F-35
Forza Italia crolla sotto il 20%, Pd e M5S primi nei sondaggi
SCHEDA/ Senato, ecco i presidenti delle 14 commissioni
Moscovici a Roma, il negoziato sulla flessibilità entra nel vivo



wordpress stat