| categoria: In breve, Senza categoria

Peculato, indagato l’ex deputato Idv Paladini

Peculato. Questo il reato per cui è indagato l’ex deputato Idv Giovanni Paladini nell’ambito dell’inchiesta sulle spese dei gruppi regionali della procura di Genova che ha portato ieri all’arresto delle consigliere regionali della Liguria Marylin Fusco (moglie di Paladini) e Maruska Piredda. Paladini è indagato in concorso con la moglie.

Scrive il gip Roberta Bossi nell’ordinanza di custodia cautelare: “(Paladini) Si appropriava di 981,5 euro… per l’acquisto di beni non inerenti alle iniziative politiche del gruppo”. Sono contestati cinque acquisti di materiale di cancelleria di pregio con scontrini frazionati per evitare che la spesa potesse essere ritenuta sospetta. Intanto sono stati fissati gli interrogatori di garanzia davanti al gip Bossi che si terranno sabato mattina a partire dalle 10. Piredda è ai domiciliari nella sua casa di Milano, Fusco nella sua abitazione di Montecatini Terme.

Intanto Maruska Piredda si è dimessa dal consiglio regionale – anche se non è ancora giunta all’ufficio di presidenza – così come Marylin Fusco, già vicepresidente del consiglio. La lettera di dimissioni, ha riferito il legale Stefano Savi, è stata depositata in Regione e presso il gip, che potrebbe decidere la scarcerazione perchè l’imputata non è più in condizione di reiterare il reato. Per quanto riguarda Maruska Piredda, che ha annunciato le dimissioni, la lettera non è ancora stata presentata all’ufficio di presidenza.

A inguaiare Giovanni Paladini, ex deputato dell’Idv e marito di Marylin Fusco, la consigliera regionale da ieri ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sulle spese pazze in Regione Liguria, anche un paio di gemelli della Dupont.
Nel rendiconto del 2012, infatti, viene inserita una spesa di 175 euro, imputata alla voce ‘rappresentanza’ e giustificata con uno scontrino generico, senza specificare l’articolo acquistato e nemmeno il codice. Gli investigatori hanno scoperto, sentendo la commessa della cartoleria e il rappresentante legale dell’esercizio commerciale, che quello scontrino riguardava l’acquisto di gemelli Dupont da parte di Giovanni Paladini, “il quale – scrive il gip nell’ordinanza – ebbe a chiedere alla commessa di non fare comparire sullo scontrino i gemelli acquistati”.

Ti potrebbero interessare anche:

Mastrapasqua: revocate dall'Inps centomila false invalidità
In Italia troppa crisi, andiamo a Est". Billa, supermercati in vendita
Il maltempo imperversa sul centro-sud. Esonda il Sele, 200 case allagate nel Salernitano
Oliviero Toscani, dopo"veneti ubriaconi" ora è sgradito nel Bellunese
Aereo caduto, Lubitz informò la compagnia della depressione
Gol 206 di Di Natale, Udinese passa a Verona



wordpress stat